Maiolati Spontini: nuova cittadinanza italiana a un giovane originario dell’India

conferimento cittadinanza italiana 2' di lettura 29/03/2021 - Tutto pronto per la partenza dei corsi di italiano per stranieri del Ministero.

Tutto pronto per la partenza, a Moie, dei corsi gratuiti di accoglienza e orientamento e per conseguire vari livelli di competenza nella lingua italiana, finanziati dal Ministero dell'Interno attraverso l’assessorato alle Politiche sociali della Regione Marche e attuati dalla sede di Ancona del Cpia, il Centro provinciale per l’Istruzione degli adulti, nell’ambito del progetto “Italiano cantiere aperto Marche 2014-2021”. Sono 50 gli stranieri, residenti in Vallesina, che si sono iscritti e sono in attesa dell’avvio dei corsi.

L’Amministrazione comunale ha chiesto nel 2019 la possibilità di diventare sede di questa importante opportunità di integrazione e accoglienza. Grazie a un lavoro lungo e complesso, la macchina organizzativa comunale aveva messo a punto tutti i particolari per un avvio già dallo scorso anno scolastico, ma a bloccare le lezioni è ancora la situazione pandemica.
Insieme al coordinatore del progetto, il professor Alessandro Bugiolacchi, erano state programmate le attività formative nella sala delle culture in via Leopardi a Moie.
Lo svolgimento dei corsi è stato pensato insieme alla consigliera straniera aggiunta Inga Yicela Matos, alle Caritas parrocchiali e all’Istituto scolastico comprensivo “Carlo Urbani”.
Erano state raggiunte tutte le persone potenzialmente interessate, raccolte la adesioni, svolti i colloqui per l’individuazione delle classi di livello.

Fondamentale il ruolo della Caritas parrocchiale che ha collaborato con le persone interessate per completare le domande, preparare i documenti necessari e dividere i gruppi di studio in base agli orari preferiti.
Dopo la formazione dei gruppi di livello e la selezione dei docenti, era previsto un inizio il primo marzo, poi rimandato al 28 marzo e ora è arrivata una nuova sospensione e si è in attesa di indicazioni dal Ministero. Intanto prosegue il conferimento delle cittadinanze italiane.

Il quinto residente di origine straniera, dall’inizio dell’anno, a diventare cittadino italiano è stato Singh Maninder. Il 25 marzo ha effettuato il giuramento nell’ufficio del sindaco Tiziano Consoli, nella Delegazione comunale di Moie. Alla cerimonia era presente l’ufficiale dello Stato civile Cinzia Ferretti.
Nato in India il 24 settembre 1989, ha ricevuto un decreto dal prefetto della provincia di Ancona che gli ha concesso la cittadinanza ex articolo 5 legge n. 91/92 in quanto sposato con una indiana che ha precedentemente ottenuto la cittadinanza italiana. I suoi due figli (un bambino di un anno e mezzo e una bambina di tre anni e mezzo) sono italiani in quanto nati dopo che la madre ha ottenuto la cittadinanza, anch’essa con giuramento davanti al sindaco di Maiolati Spontini che ha formulato gli auguri migliori al giovane Singh, contento di essere diventato cittadino italiano anche se molto legato alle sue origini.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-03-2021 alle 18:49 sul giornale del 30 marzo 2021 - 114 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bU3z