Jesi: Davide Zannotti torna negativo dopo 33 giorni e 18 di ospedale

Ospedale Carlo Urbani di Jesi 2' di lettura 21/03/2021 - Il titolare dell'Hemingway, che si è contagiato in un ufficio pubblico, racconta la sua terribile esperienza col covid: "Credevo di non farcela".

"Finalmente oggi dopo 33 giorni sono guarito e torno Negativo. Con 18 giorni di ospedale e 8 di casco." L'annuncio della sua guarigione, Davide Zannotti lo ha dato sui social, tranquillizzando amici e conoscenti.

Un'esperienza che il titolare dell'Hemingway racconta così: "Mentre porti il casco cpap si pensa a molte cose passate, ma pensi anche di non farcela, te ne rendi proprio conto e quindi oggi il mio primo pensiero va a chi non ce l'ha fatta e alle sofferenze psicologiche che ha passato negli ultimi giorni.".

La notizia arriva quando ancora la città è scossa per la perdita di Pino Gullace, come un messaggio di speranza.

Zannotti ringrazia i sanitari dell'ospedale Urbani, che lo hanno accudito con professionalità e amore. "Ringrazio i reparti Covid 2 e 4 del Carlo Urbani, tutti quei medici, infermiere/i e oss che rischiando il contagio per se e le proprie famiglie stoicamente danno cure, sostegno e affetto fondamentali a tutti i pazienti, dovrebbero dargli un Premio Nobel simbolico per il loro lavoro. Ringrazio il Dott. Tonino Bernacconi, senza di lui forse non ne sarei uscito, e tra gli altri il Dott. Spinaci, il Dott.Braconi e la Dott.ssa Resedi."

"Mi spiace per i professionisti detrattori della movida incapaci di pensare, ma il covid l'ho preso in un ufficio pubblico lavorando ancora una volta per gli spettacoli estivi che da anni proponiamo in piazza, anche in emergenza cerchiamo di lavorare per la città, cose che purtroppo non capiscono tutti."

Il pensiero più importante è rivolto alla sua famiglia, che ha vissuto con lui questa brutta esperienza: "Ringrazio la mia famiglia che mi è stata vicino, Cristiana anche lei ex positiva, compagna di avventura e di reparto in questa esperienza" ed il figlio Antonio "condottiero, unico negativo e al sicuro residente in altro luogo, fondamentale per il nostro sostentamento. Siamo tutti Vivi questo e' l'importante."


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 21-03-2021 alle 04:09 sul giornale del 22 marzo 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, ospedale carlo urbani, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bTFg





logoEV
logoEV