La spunta Procida per il titolo di "Capitale italiana della cultura 2022"

2' di lettura 18/01/2021 - Sarà la suggestiva isola di Procida (con l'omonimo Comune), a rivestire il ruolo di Capitale italiana della cultura per l'anno 2022.

Il presidente dei giurati, Stefano Baia Curioni, ne ha dato comunicazione al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini.

Questa la motivazione che ha decretato il verdetto della giuria: “Il contesto dei sostegni locali e regionali pubblici e privati è ben strutturato. La dimensione patrimoniale e paesaggistica del luogo è straordinaria. La dimensione laboratoriale che comprende aspetti sociali di diffusione tecnologica è importante per tutte le isole tirreniche, ma è rilevante per tutte le realtà delle piccole isole mediterranee. Il progetto presentato da Procida potrebbe determinare, grazie alla combinazione di questi fattori, un’autentica discontinuità nel territorio e rappresentare un modello per i processi sostenibili di sviluppo a base culturale delle realtà isolane e costiere del paese. Il progetto è inoltre capace di trasmettere un messaggio poetico, una visione della cultura, che dalla piccola realtà dell’isola si estende come un augurio per tutti noi, al Paese, nei mesi che ci attendono“.

Le autorevoli città che hanno conteso fino alla fine il titolo alla "perla" campana, sono state: Ancona, Bari, Cerveteri (Roma), L’Aquila, Pieve di Soligo (Treviso), Taranto, Trapani, Verbania e Volterra (Pisa).

Tutti luoghi del nostro "avvenente" territorio italico che non si sono aggiudicati il titolo non certo perchè carenti di meraviglie o di storicità, ma, come riferito dal presidente di giuria, poichè: “il riconoscimento di Capitale italiana della Cultura è un riconoscimento alla capacità di progetto, non alla città più bella o ricca di storia.”

Un vanto dunque per i 10mila abitanti di quest’isola micenea, circondata da acque cristalline che s'insinuano nelle baie vulcaniche creando variegatezza di sfumature e atmosfere incomparabili.

Geograficamente, lo ricordiamo, l'isola di Procida e il vicino isolotto di Vivara, appartengono al golfo di Napoli e al gruppo delle isole Flegree. Il rilievo più elevato è rappresentato dalla collina di Terra Murata (91 m), sovrastata da un borgo fortificato di origine medioevale. L'isola si trova a una distanza minima dalla terraferma di circa 3,4 km (Canale di Procida) ed è collegata da un piccolo ponte alla vicina isola di Vivara.






Questo è un articolo pubblicato il 18-01-2021 alle 20:55 sul giornale del 19 gennaio 2021 - 154 letture

In questo articolo si parla di cultura, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJ14





logoEV