Jesi: Un anno, lungo, terribile, intenso: ripercorriamo insieme il 2020

Jesi, le notizie principali del 2020 4' di lettura 02/01/2021 - Coronavirus, covid, lockdown, mascherina, distanziamento, vittime, sanitari eroi. E poi zona rossa, gialla, arancione, e infine...vaccino. Queste parole hanno segnato la nostra vita quotidiana da marzo in poi, quando appunto è apparso in Italia quell'orribile e mortale virus chiamato Covid-19.

Abbiamo contato in maniera approssimativa, quanti tra articoli e comunicati sono usciti nel quotidiano viverejesi.it in questo anno: oltre 2000. Avremmo voluto davvero raccontarvi altro, ma - e questo soprattutto durante il lockdown - siamo stati chiamati a fare il nostro lavoro, per dovere di cronaca e perché i cittadini avevano la necessità di essere sempre aggiornati su quanto stava accadendo fuori dalle mura di casa, dove siamo stati costretti a chiuderci.

Posso dire con senso di responsabilità, ed anche un pizzico di orgoglio, che ci siamo riusciti. Abbiamo raccolto i dati ufficiali, le voci "autorevoli e competenti" (come il virologo Massimo Clementi ), senza creare allarmismi o senso di smarrimento in chi ha voluto leggere le nostre notizie. Abbiamo pertanto attivato il servizio di informazione di Vivere Jesi tramite WhastApp, per essere veloci ma anche e soprattutto per starvi più vicini. Abbiamo anche ascoltato le vostre storie, e questo forse è il ricordo più bello che la redazione manterrà di questo 2020: ci avete chiamato per raccontarci il vostro dolore, che abbiamo ascoltato in silenzio. Abbiamo invece raccontato le storie a lieto fine, di chi ha sconfitto il virus come Francesco, 34 anni, torna a casa dopo 72 giorni di ricovero, o come la signora Anna Maria, per dare speranza ma anche per lanciare un messaggio: non abbassare la guardia. Perchè Il virus ancora serpeggia, e si porta via i nostri affetti più cari o comunque ci fa soffrire.

Ecco perché, quando il 4 novembre 2020, ben consapevoli di quanto ci costasse un nuovo lockdown dopo aver provato il primo, quasi 170mila lettori hanno aperto il nostro articolo più letto dell'anno: Firmato il nuovo DPCM: Italia divisa in tre zone, con diverse misure. Siamo stati i primi, a livello nazionale, a fornire le anticipazioni di ciò che dopo poche ore sarebbe accaduto: la suddivisione in zone rosse, gialle e arancioni delle regioni italiane.

Sempre alta l'attenzione dei lettori, quando abbiamo per la prima volta pubblicato (a marzo) i dati dei contagi per comune: Coronavirus, i contagiati comune per comune: vi mostriamo il documento. E anche quando li abbiamo aggiornati: Coronavirus, i casi continuano a crescere: a Jesi +4, resiste la Vallesina.

In autunno, con la "seconda ondata", i contagi sono ripresi a salire: Covid 19: boom di contagi nelle Marche, in un giorno sono 686 con una positività del 28%.

L'anno appena concluso è stato anche quello della brillante operazione condotta dalla Guardia di Finanza, che ha fatto emergere un complesso traffico illecito di rifiuti nella Vallesina: l'Operazione "Fango & cash". Importante Giro di vite allo spaccio di cocaina in Vallesina, sgominata dai Carabinieri organizzazione di calabresi.

La cronaca jesina ha purtroppo segnalato, nel 2020, un omicidio, quello di via Saveri: il 3 luglio, colpiti dalla furia omicida di un giovane vicino, che verrà poi arrestato dai Carabinieri, perde la vita Fiorella Scarponi, si salva per miracolo il marito Italo Giuliani.

Jesi ha perso, a novembre, un grande imprenditore, ma prima di tutto un uomo innamorato della sua città, alla quale ha dato tanto: il cavalier Gennaro Pieralisi.

L'attenzione degli jesini, nel 2020, è stata attirata - per fortuna - anche da altre questioni locali: dopo lo spostamento del monumento a Pergolesi, anch'esso oggetto di diatriba cittadina, nel progetto di riqualificazione della piazza dedicata al musicista (inaugurata a febbraio), ha fatto e fa ancora discutere quello della Fontana dei Leoni, che in base al lascito di Cassio Morosetti (storico deceduto sempre in questo anno funesto) migrerebbe da piazza Federico II alla sua piazza originaria, ossia quella della Repubblica. La partita è ancora aperta..

In tema di mobilità sostenibile, un grande passo avanti è stato fatto con l'inagurazione della Ciclovia dell'Esino, pedalare dal mare alla montagna.

Il 2020 è stato anche l'anno delle elezioni regionali: a Jesi sono apparsi grandi nomi dello scenario politico nazionale: Matteo Salvini, Matteo Renzi e Laura Boldrini. La tornata elettorale, che causa Covid è slittata a settembre, ha nominato Francesco Acquaroli nuovo presidente, ma Jesi ha visto voti invertiti. Infatti, come Senigallia, ha votato in controtendenza, preferendogli il candidato della coalizione di centro sinistra.

Vi ricordiamo come possiamo raggiungervi con le nostre notizie:

iscrizione alla newsletter CLICCA QUI, iscriviti al servizio WhatsApp inviando un messaggio al numero + 39 371 4821733 con il testo: "notizie on".
Siamo su Instagram, Facebook, Telegram e Twitter.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 02-01-2021 alle 18:26 sul giornale del 04 gennaio 2021 - 205 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, notizie, cristina carnevali, articolo, 2020, notizie principali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bHM4