Urbino: Cagli, picchia e perseguita per mesi la compagna, poi fugge in Abruzzo, arrestato

carabinieri 2' di lettura 27/12/2020 - Per mesi aveva costretto la propria compagna a subire violenze e vessazioni, finché lei non ha trovato il coraggio di denunciarlo. A quel punto un trentatreenne di Cagli ha cercato di sfuggire all'inevitabile arresto raggiungendo i nonni paterni a Francavilla al Mare, in provincia di Chieti.

A ricostruire la storia è il quotidiano online Chieti Today.

L'uomo per tre mesi ha reso un incubo la vita della ex; convinto che lei avesse un'altra relazione, ha iniziato ripetutamente a picchiarla, una volta anche con un bastone. Alla ricerca delle prove di un inesistente tradimento, per due volte ha pure derubato la donna, prima della macchina, poi della borsa, per riuscire a impossessarsi del suo cellulare.

Quando finalmente la ex compagna lo ha denunciato ha deciso di fuggire.

I carabinieri di Cagli, restringendo il campo delle persone che avrebbero potuto dargli supporto nella fuga, hanno scoperto che i nonni paterni risiedono a Francavilla al Mare, in provincia di Chieti, hanno così contattato i colleghi della locale stazione che, dopo qualche accertamento, si sono presentati a casa degli ignari anziani. Il trentareenne, perfettamente consapevole di quanto sarebbe accaduto, non ha opposto alcuna resistenza alla vista dei militari.

Ora si trova agli arresti domiciliari, lontano dalla compagna che potrà finalmente uscire dall'incubo vissuto negli ultimi mesi.

____
Vuoi ricevere le notizie di Vivere Urbino in tempo reale sul tuo smartphone tramite WhatsApp e Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 3714499877 alla tua rubrica ed invia il messaggio "Notizie ON".
Per Telegram vai su https://t.me/vivereurbino e clicca su "Unisciti".






Questo è un articolo pubblicato il 27-12-2020 alle 20:08 sul giornale del 27 dicembre 2020 - 469 letture

In questo articolo si parla di cronaca, violenza, cagli, arresto, violenza domestica, chieti, vivere urbino, francavilla al mare, articolo, antonio mancino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bHcF





logoEV