Fermo: una tarsia con gli stemmi araldici di Magliano di Tenna, reinterpretati dall'artista montegiorgese Gisella Rossi,impreziosirà le mura castellane

2' di lettura 05/12/2020 - Il Comune di Magliano di Tenna si è infatti aggiudicato il Bando per il sostegno di progetti del territorio per le arti visive contemporanee, promosso e sostenuto dalla Regione Marche-Assessorato Beni e Attività Culturali

Sulle mura castellane del paese, martedì 8 dicembre alle ore 11, alla presenza di autorità civli e religiose ed anche di molti esponenti della nuova giunta marchigiana, verrà apposta una tarsia ( tipo di decorazione che si realizza accostando minuti pezzi di legno o altri materiali di colori diversi) raffigurante la reinterpretazione degli stemmi araldici del Comune di Magliano di Tenna intitolata “ Castrum Malleani”.
Il Comune di Magliano di Tenna si è infatti aggiudicato il Bando per il sostegno di progetti del territorio per le arti visive contemporanee, promosso e sostenuto dalla Regione Marche-Assessorato Beni e Attività Culturali, con il progetto presentato dall’artista montegiorgese Gisella Rossi.
L’ autrice, incaricata per la progettazione e la direzione artistica, ha esperienze pluridecennali e ha ottenuto molteplici incarichi con pubbliche amministrazioni e privati, inoltre le sue opere sono presenti in musei, pinacoteche e raccolte di Arte contemporanea.
La tarsia è realizzata in travertino ed acciaio e sarà apposta in maniera permanente sulla facciata delle mura castellane del Centro Storico, proprio all’ingresso del paese, quasi a salutare i viandanti di questo piccolo borgo gioiello della Media Valle del Tenna . Gli stemmi araldici del Comune , reinterpretati in chiave moderna, si fondono proprio con le linee tondeggianti che simboleggiano le colline caratteristiche di questo territorio.
L’iniziativa comprende anche una litografia a copie limitate, numerate e firmate in originale dall’Artista, intitolate “Castrum Malleani”. Tali litografie, sulle gradazioni dell’azzurro, rappresentano uno scorcio del castello del Centro Storico, il Monumento ai Caduti e, in alto a destra, gli stemmi del Comune. L’intero progetto mette in risalto proprio gli stemmi araldici rileggendoli in chiave attuale, così da giungere ad una fusione tra storicità e contemporaneità.
Sostenuto dal Comune e dalla Regione Marche, il progetto è volto allo sviluppo dell’Arte visiva contemporanea del territorio, aspetto importante che si lega al bisogno, più che mai attuale, di Arte e Cultura come veicoli di crescita collettiva nelle nostre piccole comunità. L’Arte, attività conoscitiva e di produzione, crea inoltre un valore aggiunto in termini estetici, andando infine a impreziosire i luoghi.








Questo è un articolo pubblicato il 05-12-2020 alle 19:30 sul giornale del 07 dicembre 2020 - 205 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, marina vita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bES8





logoEV