counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Pesaro: Nuova vita per la collezione G. Morbidelli grazie all’Automobilclub Storico Italiano

2' di lettura
232

L’ Automotoclub Storico Italiano ha rilevato una parte molto importante della Collezione Morbidelli, scongiurandone di fatto lo smembramento. Grazie all’interessamento e all’intervento del Ministero dei Beni e le attività Culturali, ASI è riuscita a perfezionare l’accordo con gli eredi dell’imprenditore pesarese ed è riuscita ad acquistare 71 esemplari. Il Comune di Pesaro, ha avuto un ruolo importantissimo in questa vicenda ed è previsto che lo stesso, possa mettere a disposizione una sede prestigiosa e quindi adeguata per mettere in mostra la collezione.

Le motociclette “salvate” da ASI rappresentano circa trenta differenti marchi di tutto il mondo. La moto più datata è una rarissima Moto Reve 275 del 1907, la più preziosa è senza dubbio la BenelliGP 4 250: unico esemplare esistente al mondo progettata dalla casa motociclistica pesarese, oggi valutato più di mezzo milione di euro. Inoltre, per rimanere nel territorio marchigiano – dove la tradizione e a passione per i motori hanno radici profonde – si può citare anche la Benelli GP 175. Qualche anno fa, molto esemplari della collezione Morbidelli erano già stati portati in Inghilterra e affidati alla casa d’aste Bonhams per essere venduti.

“Quella odierna è una giornata di festa, perché Pesaro ha una storia importante nei confronti della motocicletta – ha dichiarato il Sindaco Matteo Ricci - . Ringraziamo di cuore ASI perché ha acquistato 70 esemplari di moto, grazie alla famiglia Morbidelli e al Comune di Pesaro che ha reso il tutto possibile. Abbiamo una prospettiva molto interessante e speriamo di poter fare grandi cose. Questo museo, serve a rafforzare la passione dei pesaresi nei confronti dei motori e sono convinto che nel 2022 riusciremo ad inaugurare il tutto”.

“Per noi è una grande soddisfazione poter annunciare questo accordo, perché siamo riusciti a salvare diversi esemplari di motociclette. Un grande grazia va ad ASI che ha accolto con molto interesse e impegno, la nostra richiesta d’aiuto. Per noi è una bellissima soddisfazione e un bellissimo traguardo. Ci tengo a ringraziare il Comune di Pesaro per il grande impegno dimostrato”. Questo il commento di Alberto Paccapelo, presidente dell'associazione Terra di Piloti e Motori.



Questo è un articolo pubblicato il 19-09-2020 alle 12:45 sul giornale del 20 settembre 2020 - 232 letture