counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Trecastelli: lavoratori in nero e senza il rispetto delle norme di sicurezza, nei guai imprenditore cinese

1' di lettura
310

Nel mese di agosto sono stati intensificati i controlli da parte dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Ancona che, questa settimana, ha effettuato una verifica in un laboratorio di confezioni di abbigliamento a Passo Ripe di Trecastelli, gestito da un imprenditore di nazionalità cinese.

Il controllo, effettuato insieme ai Carabinieri del Nucleo Tutela Lavoro di Ancona, al personale dello SPSAL ASUR MARCHE e al Comando dei Vigili del Fuoco di Ancona, finalizzato anche alla verifica del rispetto delle norme anti Covid, rientra nel piano di azione del Nucleo operativo costituito dalla Prefettura di Ancona con il coordinamento del Ispettorato di Ancona guidato da Pierluigi Rausei.

Durante il controllo è stato accertato che l'imprenditore cinese impiegava 3 lavoratori in nero sui 7 trovati in aggiunta a numerose violazioni dei protocolli di sicurezza anti COVID – 19 tra cui il mancato uso delle mascherine, del gel igienizzante e l’assenza di ventilazione dei locali. E’ stata accertata anche la mancata regolarità dei locali uso cucina e uso dormitorio nonché l’assenza delle uscite sicurezza e la non messa a norma degli estintori.

Nei confronti dell'imprenditore cinese è stato adottato il provvedimento di sospensione dell’attività e sono state elevate sanzioni per il mancato rispetto della normativa anti COVID 2019 per un totale di 10 mila euro.



Questo è un articolo pubblicato il 28-08-2020 alle 18:12 sul giornale del 29 agosto 2020 - 310 letture