Urbino: Regionali, presentata la lista Rinasci Marche della provincia di Pesaro-Urbino

14' di lettura 22/08/2020 - Rinasci Marche non è una lista con una compagine ambientalista, ma ha proprio nella sostenibilità ambientale e nell’ecologismo la sua più grande forza, competenza e caratterizzazione. Questo è quanto emerso durante la conferenza stampa tenutasi sabato 22 agosto ad Urbino di presentazione della lista dei candidati di Rinasci Marche Mangialardi Presidente (formata da +Europa, Civici e Verdi) per la provincia di Pesaro Urbino.

“La lista Rinasci Marche si presenta a Pesaro Urbino con una grande presenza femminile in lista: 4 candidati su 7 sono donne. Queste le parole di Gianluca Carrabs Capolista di Rinasci Marche nella provincia di Pesaro Urbino. “Non parità di genere – ha continuato Carrabs – ma la maggioranza in lista è una presenza femminile qualificata. Mamme, professioniste, imprenditrici, impegnate in politica e nell’amministrazione a livello locale, nei comuni di Pergola, Fano e Pesaro. Questa è una grande alleanza dei valori: l'equità generazionale, lo sviluppo sostenibile e l’ambiente. Abbiamo creato Rinasci Marche per dare un segnale forte a tutti i marchigiani che hanno affrontato due terremoti e stanno vivendo l’emergenza Covid-19. È il momento di rinascere dunque, di ripartire dai luoghi e dalle persone delle Marche, che insieme possono fare la differenza. Le Marche sono state la culla del Rinascimento che ha simboleggiato un'età di cambiamento in cui maturò un nuovo modo di concepire il mondo. Oggi ci dobbiamo riprovare e dobbiamo farlo insieme. La nostra generazione è la prima a sperimentare il rapido aumento delle temperature in tutto il mondo e probabilmente l'ultima che effettivamente possa combattere l'imminente crisi climatica globale, questa è una grande alleanza per il clima che deve agire subito e l’azione deve essere rapida e decisa. I comuni svolgono un ruolo decisivo nella mitigazione degli effetti conseguenti al cambiamento climatico, soprattutto se si considera che l’80% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 è associato alle attività urbane. Il Cambiamento climatico è la sfida del nostro tempo. Maurizio Mangialardi alla guida dell’Anci, ha dimostrato anzi tempo grande attivismo su questi temi, facendosi promotore e sottoscrittore del Patto dei Sindaci per l’Energia e il Clima. Rinasci Marche insieme a lui alla guida della Regione Marche porterà il 100% dei comuni a sviluppare politiche attive sulla transizione energetica e sviluppo sostenibile. Una particolare attenzione sarà data alle aree interne della regione, oggi siamo chiamati più che mai ad operare quel riequilibrio territoriale tra costa ed entroterra. Il divario non è più tra sud e nord dell’Italia, ma tra le aree interne e quelle costiere. Ci vogliono misure forti che individuino le aree interne delle Marche come Zona Economica Speciale dove gli imprenditori che investono ritrovino benefici fiscali e di finanza agevolata appetibili. Un’impresa “nuova” che ragioni su paradigmi nuovi, ovvero che segua le vocazioni del territorio che valorizzi gli immensi giacimenti naturali dello stesso. Fare impresa in questi territori ha una rilevanza soprattutto sociale. Non si può lavorare su vecchi paradigmi oramai superati. Non ci possono essere cittadini di serie A e cittadini di serie B”. Insieme disegneremo il nuovo modello di sviluppo delle marche più equo, sostenibile e legalitario”.

Gianluca Carrabs
Sono nato nel 1976, un anno bisestile come questo, difficile ma di grandi traguardi. A Urbino sono arrivato poco più che maggiorenne e da studente. Qui mi sono laureato in giurisprudenza, impegnato nell’associazionismo e ho portato avanti le mie prime battaglie politiche e ambientali. Ho deciso di continuare a viverci, di lasciarmi emozionare tutte le volte che la guardo e la percorro pur avendo avuto, infinite volte, la possibilità di continuare il mio impegno politico e professionale altrove. Sono papà di Sofia, lei che mi ha insegnato che gli ostacoli nella vita non si saltano, ma si abbracciano. Politicamente attivo sin da giovanissimo, iscritto da sempre ai Verdi, nel 2005 sono stato nominato assessore regionale. Con grande orgoglio ha portato avanti politiche che hanno permesso di: creare 3.248 nuovi alloggi di edilizia sociale ad alto risparmio energetico, di assegnare 434 buoni casa per le giovani coppie; collegare altri 147 Comuni con l’Adsl nell'obiettivo di mettere in rete tutta la regione; realizzare 150 interventi per la difesa e per la qualificazione della costa; investire 18 milioni per il dragaggio e la sicurezza dei porti marchigiani; aprire 200 cantieri per la messa in sicurezza del territorio e dei fiumi. Ho ricoperto il ruolo di Amministratore Unico dell'Agenzia per i Servizi nel Settore Agroalimentare delle Marche (ASSAM) e da febbraio 2017 ad oggi sono l'Amministratore Unico di SVIM Agenzia di Sviluppo della Regione Marche che si occupa dello sviluppo dell'economia del territorio marchigiano attraverso l'elaborazione di progetti locali, europei ed internazionali. Con dedizione e qualche nota di caparbietà (che non so se è un bene o un male, ma da sempre mi distingue) sono riuscito ad ottenere riconoscimenti d’eccellenza in ambito europeo tanto che Svim è stata designata come la miglior agenzia di sviluppo d’Europa nel 2019. Inoltre, sempre durante questo periodo ho incrementato il suo bilancio, preparandola, nei fatti, ad un rilancio stesso con un piano industriale che prevede nei prossimi mesi l'assunzione a tempo indeterminato di 56 nuovi addetti, di cui 12 saranno operativi all’interno delle funzionalità della società e gli altri, invece, si occuperanno del Numero Unico di Emergenza Europeo 112, ovvero la Centrale Unica di Risposta per tutte le emergenze che si dovessero manifestare nei territori delle Regioni Marche ed Umbria, che sarà proprio gestito da Svim. Sono stati tre anni che mi hanno dato moltissimo, e che mi hanno spinto oggi a impegnarmi ancora di più per la mia regione, le Marche. Perché possa essere ancora più virtuosa, più attenta all'ambiente, ai bisogni dei più deboli, ai diritti delle sue donne, dei sui giovani e di ogni diversità.
Ogni giorno, ogni ora.

Sabrina Santelli
51 anni, sposata e con tre figli, laureata in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Urbino, imprenditrice nell’ azienda di famiglia che opera nel settore dell’edilizia da oltre 50 anni. Ho fatto parte del direttivo dell’Associazione Ars Animae che organizza il Festival Animavì - Animation cinema and poetic art, primo festival internazionale di cinema d’animazione al mondo che si svolge a Pergola dal 2016 e che ha avuto ospiti illustri come Emira Kusturica, Im Wenders, Toni Servillo, Valerio Mastrandrea Gino Strada. Sono Entrata a far parte del direttivo di Pergola Unita nel 2017, ho curato la realizzazione di Apertamente, un ciclo d’incontri culturali che affronta tematiche d’attualità, tra cui quelle giovanili. Ho fondato il comitato Mamme e non solo Pro Ospedale l’indomani della tragedia di Corinaldo unendo oltre 150 mamme del territorio per rivendicare il sacrosanto diritto ad avere un ospedale che salvi prima di tutto la vita. Sono stata Vice Presidente dell’Associazione dal 2018 al 2019 sino alla vittoria dell’Elezioni Comunali del 26 maggio. Da allora faccio parte della Giunta del Comune di Pergola come Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio, Turismo, Polizia Municipale, Politiche Giovanili, Sport e Pari Opportunità. Ho sempre ritenuto un lusso poter vivere con il verde negli occhi, l’aria ossigenata nei polmoni ma soprattutto ho sempre apprezzato la dimensione umana della vita dei piccoli centri come il mio. A pensarci bene temi come il verde, l’aria pulita e qualità della vita di cui oggi si parla sempre più spesso, soprattutto ora dopo la pandemia erano già molto presenti nella mia vita, sin da ragazza. Oggi da mamma che soffre nel vedere il pianeta dei propri figli seriamente in pericolo, da donna imprenditrice che ha sempre guidato la sua azienda con un pensiero green e da politico che ama profondamente il suo territorio mi sono fatta portavoce e coordinatrice per la creazione di un joint tra comuni del territorio per l’adesione al Patto dei Sindaci per il clima e l’ambiente.

Oggi sono orgogliosa di essere il referente del costituendo joint più grande delle Marche con 12 Comuni su due province pensando che questa unione possa rappresentare un’opportunità economica oltre che ecologica, per sviluppare il territorio in maniera sostenibile. Le priorità da eventuale Consigliere Regionale? A me piacerebbe accorciare le distanze tra politica e cittadini, tra costa ed entroterra perché c’è un grande divario di servizi e di risorse economiche che hanno portato allo spopolamento delle nostre terre. Poi vorrei sviluppare il sistema scolastico e garantire prestazioni sanitarie adeguate. Mi impegnerò a fare tutto con quella concretezza ed operosità che viene da chi fa impresa privata e soprattutto quella passione e capacità organizzativa che caratterizzano l’essere donna.

Cora Fattori
Laureata in “Ingegneria Edile Architettura”, specializzazione in “Analisi e riqualificazione energetica degli edifici” con Master di alta formazione in acustica degli edifici. Metto tutta me stessa in quello in cui credo, passione ed entusiasmo hanno sempre guidato le mie idee e i miei progetti. Senza la passione non riuscirei a sognare e lavorare. Il mio nuovo ambizioso progetto è far crescere la Regione Marche puntando su AMBIENTE + DIGITALE + SOCIALE, tre asset strategici che l'Europa ci indica da tempo e che sono strategici per intercettare gli importanti fondi europei. Mi sono laureata 10 anni fa e, dopo qualche anno di gavetta ho aperto uno studio di ingegneria. La voglia di mettermi in gioco mi ha portata ad aprire le prime 2 sedi di Coworking a Fano, in cui ho potuto apprezzare il concetto di lavoro in rete e in cui ho conosciuto persone importanti per la mia crescita. In seguito ho aperto la società Konos S.r.l. che si occupa di impiantistica ad alta efficienza energetica. Sono cofondatrice della società Aria srls e co-organizzatrice della omonima manifestazione. Da due anni sono diventata mamma: per me la famiglia è l’impresa più importante e impegnativa ma allo stesso tempo la più gratificante di tutte.

Pierpaolo Loffreda
È nato a Pesaro nel 1959. Si è laureato in Lettere moderne a Bologna (con 110 e lode), è esperto di cinema, di mass media e di semiologia dei linguaggi audiovisivi, ed è docente di ruolo all’Accademia di Belle Arti (la sua cattedra è a Macerata, ma insegna in Urbino). Ha pubblicato diversi volumi e collaborato alla realizzazione di alcuni film documentari. Scrive su giornali, riviste e per emittenti radio-televisive dal 1979. Cura stabilmente, dal 1982, rassegne e proiezioni di film d’alta qualità, seminari di studio e corsi di cultura cinematografica per le scuole e per il pubblico. È dirigente nazionale della Federazione Italiana Cineforum (dal 1986), e, dal 2000, è fra i responsabili della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, per la quale ha diretto, dal 2001 al 2003, la Rassegna Internazionale Retrospettiva. Ha girato liberamente per mezzo mondo, è sposato e ha una figlia. Laico e libertario dall’età della ragione, ha fatto parte, negli anni ’70, della nuova sinistra, e ha partecipato, in modo nonviolento, ai movimenti giovanili di rivolta di quel periodo. Dal 1980 è simpatizzante radicale. Ha dato una mano nel 2018 alla nascita del movimento politico Più Europa con Emma Bonino, al quale è iscritto. Il suo programma, per le Marche, è molto semplice: SALVAGUARDARE, RIPRISTINARE E PROMUOVERE I NOSTRI BENI CULTURALI E AMBIENTALI. Grazie alle risorse umane presenti sul territorio e ai contributi dell’Unione Europea, le Marche potrebbero infatti, in questo modo, RINASCERE, e, sul modello della Toscana, del Trentino e di molte regioni europee, affermarsi anche sul piano economico, del progresso, del lavoro, del benessere.

Adrio Marini
Sono un funzionario giudiziario del Tribunale di Pesaro, in pensione dal primo gennaio 2020. Ho svolto l’attività lavorativa nel mondo giudiziario per oltre 40 anni, maturando esperienza, professionalità, ma anche gratificazioni. Ho lavorato sempre con passione e altruismo, trasmettendo continuamente le conoscenze ai colleghi più giovani. Ho effettuato, nel tempo, vari corsi di formazione professionale. Sono stato per vari anni responsabile della cancelleria fallimenti ed ho avuto modo di conoscere da vicino, cosa ha creato la crisi del 2008 prima ed il Covid nel 2020. Molti settori aziendali di grande rilievo, come la Nautica, le imprese edili e gran parte di quelle del mobile, sono di fatto sparire. Ora non è facile farle rinascere e sostenerle. Mi sono impegnato in prima persona, gratificato dalla opportunità offertami per dare un grande apporto, affinché la Regione Marche dia priorità a politiche di investimenti per la creazione di grandi opportunità nei settori delle nuove energie, nel digitale e nel sostenere gli aggiornamenti e ammodernamenti delle piccole e medie imprese esistenti che sono la reale ricchezza regionale, per garantire lavoro e sicurezza ai giovani.

Maria Rosa Conti
Mi chiamo Maria Rosa Conti, ho 47 anni, sono sposata e ho due bambine di 8 e 13 anni, sono avvocato cassazionista e lavoro presso il mio studio legale da circa venti anni. Nel 2014 per passione sono diventata Project Manager ed esperta di rendicontazione e monitoraggio dei progetti finanziati attraverso i fondi europei, nazionali e regionali, e da qui mi sono scoperta sostenitrice di una Europa Unita. A gennaio 2019 ho fondato a Pesaro la sede locale Avvocato di Strada Onlus per la tutela dei senza dimora, e sempre nel 2019 sono entrata a far parte dell’associazione nazionale Gens Nova Onlus, che tutela i minori, i disabili fisici e mentali e tutte le persone che versano in condizioni socio economiche precarie e che pertanto non hanno mezzi per poter salvaguardare i propri diritti nelle sedi opportune: tutto questo nello spirito che contraddistingue la mia persona a sostegno di ogni membro della società civile sottorappresentato. Da giugno 2019 sono stata eletta nel consiglio comunale di Pesaro, per mettere a disposizione delle mie concittadine e dei miei concittadini la mia serietà, la mia operosità, le mie competenze e la mia tenacia e sono fiera di riuscire nel mio intento. Ho deciso di entrare nel governo della nostra regione perché in questo momento storico sento il forte peso della responsabilità intergenerazionale che la politica moderna sembra avere dimenticato, così come il profondo significato di rivestire una funzione pubblica con disciplina ed onore come recita la nostra Costituzione Italiana; e perché c’è un profondo bisogno di co-programmazione e co-progettazione a lungo termine per i nostri giovani e per tutti i loro sogni. I miei valori sono: la Democrazia Partecipata secondo il modello bottom – up, per dare voce e spazio a ogni soggetto della società civile; la cura dell’Ambiente e delle Persone che lo abitano, perché abbiamo già superato il punto di non ritorno; l’Equità Sociale ed Economica, per non creare le periferie umane di povertà e disperazione; l’universalità e l’accessibilità dei Servizi Fondamentali di uno stato civile, come il diritto alla Salute, all’Istruzione e alla Sicurezza di ogni essere umano. Per il nostro territorio provinciale, invidiabile terra di mare colline e campanili, voglio schierarmi per una eliminazione totale delle Disuguaglianze Geografiche e per la valorizzazione integrale dell’ingegno e della laboriosità autoctone e profondamente autentiche, che va arricchito di prospettive di lavoro reali; per una Conversione Ecologica integrale che dia spazio ai nativi ambientali a tutela delle nostre fragilità territoriali e per lo sviluppo di un progetto pilota di Economia Circolare. E tutto questo lo farò mettendoci il Cuore...

Anna Valentini
Avvocato con competenza specifica in diritto bancario, civile, di famiglia ed amministrativo. È cresciuta a Gabicce Mare, ha svolto gli studi superiori a Pesaro e si è laureata in Giurisprudenza all’Università di Urbino. Successivamente ha conseguito la specializzazione in diritto amministrativo. Svolge la professione di avvocato dal 1997 nel proprio studio in Gabicce Mare. Ha un forte legame con il territorio di appartenenza ed è affascinata dalla storia e cultura locali; è attenta alle tematiche ambientali ed è coinvolta nello studio dello sviluppo dell’economia legata al turismo nel rispetto dell’habitat naturale. Vede in questa candidatura l’opportunità di dedicarsi a progetti, assieme al gruppo Rinasci Marche, utili ad un’ulteriore crescita della bellissima regione Marche, anche attingendo a fondi Europei, intervenendo nella riqualificazione dei borghi storici, dei parchi naturali e delle località a vocazione turistica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-08-2020 alle 14:04 sul giornale del 22 agosto 2020 - 226 letture

In questo articolo si parla di verdi, regione marche, elezioni, politica, marche, consiglio regionale, comunicato stampa, regionali marche 2020, rinasci marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bt5O





logoEV