Ciclismo: Coppa Crono Garofoli Porte, partecipazione record a Camerata Picena

4' di lettura 18/08/2020 - La seconda edizione della Coppa Crono Garofoli Porte è passata agli archivi con il meglio del ciclismo nazionale alla ribalta nell’esercizio contro il tempo per un evento che ha saputo offrire il meglio di sé grazie agli sforzi del Pedale Chiaravallese, di concerto con l’amministrazione comunale di Camerata Picena e con il sostegno del main sponsor Garofoli Porte.

Con 198 partenti da tutta Italia, è stato un bel confronto tra molti atleti di un livello importante e qualitativamente molto valido con le categorie under 23-élite, juniores, allievi, esordienti uomini e donne, alla presenza del commissario tecnico della nazionale italiana under 23 Marino Amadori che è in procinto di costruire la squadra azzurra che parteciperà la prossima settimana agli Europei di Plouay in Francia, la massima rassegna continentale su strada e a cronometro per le categorie professionisti, under 23 e juniores.

Forte del doppio titolo italiano nell’inseguimento individuale e nella cronometro under 23, ancora un sigillo del talentuoso 19enne Jonathan Milan (Cycling Team Friuli) nella gara under 23-élite mettendosi alle spalle un’altra speranza del nostro ciclismo: Andrea Piccolo (Team Colpack Ballan). Il podio è stato completato dall’élite Luca Taschin, alla prima stagione con la nuova casacca della Etruria Sestese Amore&Vita. Settimo tempo per il campione del mondo juniores 2019 e debuttante tra gli under 23 Antonio Tiberi (Team Colpack Ballan).

Lorenzo Milesi (Ciclistica Trevigliese) è risultato il migliore nella gara juniores davanti al compagno di squadra Davide Piganzoli e al campione europeo su strada Andrey Ponomar (Team Franco Ballerini Due C), ai piedi del podio il campione italiano in carica su strada Gianmarco Garofoli (Team Lvf). Ottimo l’exploit di Federico Amati (Team Logistica Ambientale) per conquistare il primato nella categoria allievi d’un soffio su Lorenzo Montanari (Pedale Azzurro Rinascita) e Davide Buconi (Team Logistica Ambientale). A Gianmarco Pinton (OP Bike) la leadership tra gli esordienti secondo anno, sul podio Valerio Giacobetti (OP Bike) e Carlo Cerquetella (Ass. Ciclistica Recanati). A gioire tra gli esordienti primo anno Mattia Persiani (Pedale Rossoblu-Picenum): suo il miglior tempo davanti a quello di Michele Affricani (Superbike Bravi Platform Team) e Riccardo Taormina (Club Corridonia).

Al femminile ottime le performances di Alessia Vigilia (Cronos Casa Dorada Women Cycling), Martina Cozzari (Zhiraf Guerciotti) e Camilla Alessio (Bepink) tra le under 23, Matilde Bertolini (Valcar - Travel & Service), Asia Ranucci (Zhiraf Guerciotti) e Anamaria Florentina Anton (Club Corridonia) tra le juniores, Federica Venturelli (Cicli Fiorin), Eleonora Ciabocco (Team Di Federico) e Sara Pepoli (Polisportiva Fiumicinese Fa.I.T. Adriatica) tra le allieve, Sara Albanesi (Pedale Rossoblu- Picenum), Ambra Eusepi (Alma Juventus Fano) e Viola Faggiani (Alma Juventus Fano) tra le esordienti.

“Grazie al Pedale Chiaravallese – è stato il commento del presidente regionale FCI Marche Lino Secchi - con il supporto della Ditta Garofoli, l'aiuto del Comitato Regionale Marche, dell'Amministrazione di Camerata Picena del sindaco Davide Fiorini, è stata allestita una cronometro di ottimo livello organizzativo con perizia e professionalità. Un percorso interessante sia per le categorie giovanili che quelle agonisiche internazionali, che ha visto la presenza dei migliori specialisti della cronometro.

Questi sono aspetti da non sottovalutare nel dopo emergenza Covid-19, un doveroso ringraziamento a tutte le persone che hanno organizzato e lavorato da oltre un mese, quelle che si sono impegnate in questi giorni ma in modo particolare gli artefici di questi sforzi Marco Belardinelli, Emanuele Serrani, Albino Stortoni, Emiliano Fiorini e Giulio Cardinali. Abbiamo dato un ottimo esempio nella gestione della sicurezza e della chiusura della viabilità con il massimo rispetto di tutti i residenti della zona e questo è un bel segnale di civiltà che va sottolineato in positivo”.

“Organizzare una cronometro di alto livello in così poco tempo non è stato affatto semplice – ha dichiarato il cittì azzurro under 23 Marino Amadori, ringrazio gli organizzatori del Pedale Chiaravallese e il presidente regionale FCI Marche Lino Secchi che hanno messo in cantiere una manifestazione in un periodo abbastanza complicato per tutti ma nel segno di un formidabile apparato di sicurezza per tutelare il più possibile gli atleti. Un percorso lineare nella prima parte e abbastanza tecnico nella seconda con la rampa finale di 1400 metri per arrivare nel centro di Camerata Picena.

Le cronometro non le abbiamo tante in Italia ma servono comunque per fare esperienza anche per cercare la miglior condizione verso l’Europeo dove schiererò due titolari per la cronometro e sei atleti per la gara in linea mentre ancora dobbiamo lavorare in ottica Mondiale, sempre se si farà, dopo l’annuncio della cancellazione della rassegna iridata in Svizzera. Noi come nazionale azzurra continuiamo la nostra opera di far gareggiare i nostri under 23 con la nazionale a fianco dei professionisti, dove la prima regola è cercare di finire le corse ma al contempo è una verifica per i nostri giovani per raggiungere ottimi livelli di forma fisica”.

Risultati completi al link https://www.endu.net/it/events/coppa-crono-porte-garofoli/results

Foto di Giuseppe Baiocco (Ciclomarche) e Team Colpack Ballan








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-08-2020 alle 12:27 sul giornale del 19 agosto 2020 - 224 letture

In questo articolo si parla di sport, ciclismo, camerata picena, comunicato stampa





logoEV