Decontribuzione Sud, Prisco (FdI): "Proporremo estensione anche alle Marche"

1' di lettura 17/08/2020 - "Anche le Marche devono far parte delle regioni beneficiarie del provvedimento Decontribuzione Sud, Così come è stato nel DL rilancio per l'ammortamento degli investimenti."

Questo l'appello di Fratelli d'Italia, che chiede di estendere gli sgravi contributivi del Decreto Agosto a tutte le regioni colpite dal sisma e non incluse nei criteri di valutazione iniziale, ovvero Marche e Lazio. "Il Decontribuzione Sud permette infatti di ricevere un esonero dal versamento dei contributi previdenziali pari al 30% del totale previsto, più l'esclusione dei premi e dei contributi spettanti all'INAIL. Un beneficio che, qualora spettasse solo alle regioni previste finora e individuate tramite criteri basati solo sul PIL pro capite e il tasso di occupazione, danneggerebbe particolarmente il Centro-Sud delle Marche: l'Umbria e l'Abruzzo infatti sono già incluse nel provvedimento. Questo potrebbe penalizzare fortemente i territori contigui".

"Ci sono ancora 60 giorni prima che il Decreto Agosto si trasformi in legge, la nostra proposta è di inserire tutte le regioni coinvolte nel sisma del 2016, così da aiutare la ripresa di quelle aree che scontano, oltre alla crisi Covid, anche quattro lunghi anni di mancata ricostruzione" afferma il Commissario regionale di FdI Marche, Emanuele Prisco.


da Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-08-2020 alle 17:14 sul giornale del 18 agosto 2020 - 191 letture

In questo articolo si parla di economia, alleanza nazionale, fratelli d'italia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/btyZ





logoEV