Zaffiri (Lega) sull'introduzione della tassa sulla ricchezza: "Assurda campagna di demonizzazione della ricchezza"

sandro zaffiri 1' di lettura 23/06/2020 - L’approvazione della mozione a firma del consigliere Pd e Presidente della Prima Commissione, Francesco Giacinti, che chiede l’introduzione di una imposta progressiva sulla ricchezza segna inesorabilmente la linea politica di questo Pd.

La richiesta della introduzione di una patrimoniale sulla ricchezza non è una iniziativa isolata di un consigliere temerario, ma la presa di posizione di tutto un partito che l’ha appoggiata in sede di votazione, decretandone la validità.

La testimonianza della confusione totale di un Pd che, da un lato cerca di nascondere agli imprenditori e ai tanti marchigiani che hanno fatto la fortuna di questa regione, attraverso il lavoro e producendo occupazione, la chiara volontà di colpirne il patrimonio. Dall’altro lato si compattano nell’intento di recuperare una verginità di valori (e di voti) dall’elettorato di sinistra, avviando una assurda campagna di demonizzazione della ricchezza. Elettorato che, però, ormai dai tempi di Renzi, ne ha capito le reali intenzioni e conseguentemente li ha abbandonati.


da Sandro Zaffiri

Presidente Gruppo Lega Nord Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2020 alle 23:21 sul giornale del 24 giugno 2020 - 195 letture

In questo articolo si parla di economia, marche, lega, sandro zaffiri, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/boIW