counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Istituito il fondo di emergenza cultura regionale. Consorzio Marche Spettacolo a disposizione per studiarne attuazione

1' di lettura
210

L'approvazione all'unanimità da parte del Consiglio regionale delle richieste strategiche avanzate nelle scorse settimane dal Consorzio Marche Spettacolo dopo un intenso lavoro di confronto e coordinamento con gli operatori del comparto - richieste di cui si è fatto portavoce il consigliere Andrea Biancani, insieme con i consiglieri Micucci e Giacinti - non può che essere accolta con grande soddisfazione, in particolare per ciò che concerne la conferma dell'istituzione di un Fondo di emergenza cultura (FEC) di almeno un milione di euro - il doppio rispetto a quanto inizialmente ipotizzato.

Il Fondo potrà essere utilizzato per le spese di messa in sicurezza per la riapertura dei luoghi di fruizione dello spettacolo e per sostenere le categorie del comparto particolarmente fragili, in particolare i lavoratori intermittenti e a chiamata, spesso anche organizzatori di piccoli eventi, che possono restare esclusi dai provvedimenti nazionali. Come afferma Daniele Vimini, Presidente del Consorzio, "artisti, tecnici, operatori, ma anche enti, teatri e festival da oggi sono meno soli, anzi hanno la conferma di essere considerati tasselli fondamentali della strategia di rilancio della Regione Marche post emergenza. Siamo grati al consigliere Biancani e al Presidente della Commissione Cultura Giacinti e naturalmente al Presidente Ceriscioli e all'Assessore alla Cultura Pieroni per questo provvedimento che pone la regione Marche all'avanguardia nelle misure di contrasto alla crisi del pubblico spettacolo".

Dopo essersi messo a disposizione di enti e operatori del territorio - in particolare con la costituzione dello Sportello Spettacolo - il Consorzio Marche Spettacolo si conferma ora a disposizione della Regione Marche per coadiuvare il lavoro di puntualizzazione dei criteri e delle modalità di accesso a tali contributi.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2020 alle 12:04 sul giornale del 30 maggio 2020 - 210 letture