Corinaldo: il sindaco Principi sul Comune parte civile al processo per la banda dello spray, "Atto dovuto"

1' di lettura 07/05/2020 - “Ho fatto il mio dovere, l’Amministrazione Comunale doveva chiedere al Giudice di essere presente al processo come parte civile e quindi abbiamo presentato la domanda di ammissione".

"E lo abbiamo chiesto anche se c’è aperta un’altra indagine dove oltre ai proprietari e ai gestori della discoteca, anche la Commissione di Vigilanza è indagata. Ritenevo e ritengo ancor oggi giusto rappresentare il dolore di una Comunità per sempre ferita da questa immane tragedia”.

Commenta così il sindaco di Corinaldo Matteo Principi, la decisione del Gup di Ancona di respingere la richiesta di costituzione di parte civile del Comune di Corinaldo nel processo per la banda dello spray.






Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2020 alle 21:24 sul giornale del 08 maggio 2020 - 227 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, corinaldo, articolo





logoEV