counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Rapa: sollecitati interventi per favorire la mobilità ciclabile per spostamenti più sicuri e proteggersi dal coronavirus

2' di lettura
279

Con la ripresa delle attività produttive aumentano le persone che hanno necessità di spostarsi per lavoro e per altre necessità ed i mezzi pubblici non sempre è possibile vista la necessaria ridotta capienza; nelle aree urbane e metropolitane diviene quindi indispensabile favorire quanto più possibile la mobilità ciclabile più sostenibile.

La Regione Marche – afferma il consigliere regionale Boris Rapa – ha accolto e sta attuato le sollecitazioni che anche dal nostro gruppo sono venute per un programma di infrastrutturazione leggera del territorio marchigiano per sia per favorire la mobilità dolce che per favorire le attività turistiche in forte crescita in questo settore.

La tragica pandemia che ci ha colpiti richiede un impegno ulteriore e più ampio che metta anche la questione della sicurezza sanitaria degli spostamenti quale ulteriore e fondamentale nuovo approccio alla scelta e potenziamento della mobilità sulle due ruote – prosegue Rapa – per questo ho posto un interrogazione al Presidente Ceriscioli chiedendo intanto all’inizio della c.d. “fase 2” di riaprire tutti quei servizi e attività per i ciclisti che secondo le prescrizioni governative, sulla base dei codici ATECO sarebbero ancora chiusi, il che è una evidente contraddizione.

Inoltre sarebbe necessario ripensare complessivamente la mobilità sia nei centri urbani che nelle aree a più forte antropizzazione per rendere strutturale il cambio di paradigma, a favore delle due ruote, dei piani per la viabilità seguendo le scelte avanzate e le sperimentazioni in atto in altre regioni e città ed in molti paesi europei. Vanno strutturate e rese stabili le esperienze che con molta lungimiranza alcuni comuni hanno già avviato. Inoltre ho chiesto al Presidente – conclude Rapa – interventi concreti di sostegno all’uso e all’acquisto delle biciclette anche elettriche così da renderle accessibili ai più e per favorire la transizione verso questa forma di mobilità ecosostenibile e oggi a maggior ragione più sana e sicura.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2020 alle 15:47 sul giornale del 07 maggio 2020 - 279 letture