Pesaro: Umberto Gnudi, primario del Pronto Soccorso: "E' una situazione molto grave, è una malattia importante che uccide la gente""

Umberto Gnudi 1' di lettura 26/03/2020 - "Noi siamo ancora qui, stiamo tenendo botta. Abbiamo degli accessi molto numerosi fissi ormai da due settimane", queste le parole di Umberto Gnudi, primario del Pronto Soccorso di Pesaro, durante la trasmissione "L'Aria Che Tira" su La7.

Una situazione difficile, quella di Pesaro, che conta un elevato numero di accessi al pronto soccorso che non accenna diminuire: "Leggo le statistiche sul numero di contagi, ma quello che fa la differenza è quanta gente arriva in pronto soccorso e quanti sono da ricoverare. Questi sono i numeri importanti per noi, numeri stabilmente alti da parecchio".

"Quello che vedo tutti i giorni e che ci sono persone alle quali noi cerchiamo di dare il massimo ma a volte il massimo non basta - continua Gnudi - Non è vero che con un numero infinito di posti di rianimazione potremmo salvare tutti, la gente muore in rianimazione, come muore in pronto soccorso. E' una situazione molto grave, è una malattia importante che uccide le persone....usciremo più forti, però ci sarà gente che piangerà i propri morti... per cui non andrà tutto bene".

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 371.3589806 alla tua rubrica ed inviaci un messaggio (es.: ok notizie).
Per Telegram vai su https://t.me/viverepesaro e clicca su "unisciti"






Questo è un articolo pubblicato il 26-03-2020 alle 12:31 sul giornale del 27 marzo 2020 - 295 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, vivere pesaro, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bisw





logoEV