Fano: “Fate una lista e non girovagate”: la spesa al tempo del coronavirus, i consigli di chi gestisce un supermercato

2' di lettura 22/03/2020 - Ci sono i medici. E poi, certo, ci sono gli infermieri. Angeli come Letizia, Martina e Michela che stanno combattendo questa battaglia in prima linea. Sono loro che rischiano ogni giorno per via del coronavirus, ma anche per l’ignoranza di alcuni. E non sono i soli. Ci sono i farmacisti, gli addetti alle pulizie e tanti altri lavoratori a cui dovremmo apporre subito una medaglia al petto. Talmente tanti che non è possibile definire davvero un elenco. Tra questi, però, ci sono senz’altro coloro che lavorano nei supermercati. Ketti Vagnini è la titolare di uno di questi esercizi commerciali, dove ogni giorno si creano code per fare la spesa. Ketti ha sotto gli occhi i suoi clienti, e non può fare a meno di notare quanti errori commettano. C’è chi si presenta più volte al giorno, chi girovaga per le corsie senza aver fatto una lista: sono tante le leggerezze che potrebbero costare caro all’interno comunità. Ketti - in questo post pubblicato su un gruppo Facebook di Fano – ci suggerisce come migliorare per il bene di tutti.

“In questi giorni difficili – ha esordito - stiamo cercando di dare il massimo nonostante la paura. Vi chiedo di andare a far spesa al massimo una volta al giorno, se possibile anche una volta a settimana. Di essere pronti, fare una lista a casa. Evitare di girare all’interno del negozio avanti e indietro. Se non trovate qualche cosa chiedete aiuto. Cercate di rispettare la distanza di sicurezza, di indossare i guanti che trovate all’ingresso. Sono poche cose, ma secondo me utili per affrontare questo periodo”.

Nel suo accorato appello, Ketti ha cercato di risvegliare le coscienze. “Ho deciso di scrivere – ha aggiunto - perché in questi giorni ne ho viste tante. Molti hanno capito la gravità che stiamo affrontando, ma purtroppo molti altri NO. Vedo gente che pensa di essere in vacanza e continua a gironzolare senza motivo. Vedo gente che continua a fare la spesa in tranquillità, mettendoci un sacco di tempo, e decide le cose al momento (ad esempio cosa preparare per cena). In questo modo si rallenta tutto il percorso. Sarò sicuramente criticata per questo post – ha concluso -, ma siamo tutti sulla stessa barca. Cerchiamo di remare tutti insieme nella stessa direzione. Uniti ce la faremo”.

Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864 alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2020 alle 17:01 sul giornale del 23 marzo 2020 - 1105 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, salute, spesa, articolo, Simone Celli, coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bidd





logoEV