counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Senigallia: Sorpresa a rubare al centro commerciale Il Maestrale: 49enne arrestata dai Carabinieri

2' di lettura
453

Sabato scorso i Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno arrestato una donna per furto aggravato. I fatti sono accaduti all’interno del centro commerciale “Ipercoop – Il Maestrale”, dove, oltre ai tanti avventori del sabato pomeriggio intenti a fare la spesa, è giunta anche una signora, classe ’71, originaria di Napoli e domiciliata a Trecastelli.

La donna ha fatto ingresso all’interno del supermercato, dove ha prelevato furtivamente da vari banconi alcuni prodotti esposti, cercando di nascondersi alla vista del personale della vigilanza, approfittando anche della presenza massiccia di persone. Per non essere scoperta ha rimosso i codici a barre e i dispositivi antitaccheggio, utilizzando una forbice, e ha nascosto tutta la merce rubata all’interno della propria borsa, recandosi alle casse per pagare altri prodotti che invece aveva tenuto ben visibili, per non destare sospetti. Le sue manovre però non sono sfuggite ad una donna del servizio di vigilanza che era presente all’interno del supermercato, che ha bloccato la ladra prima che uscisse dall’esercizio commerciale e ha subito chiesto l’intervento sul posto di una pattuglia dei Carabinieri.

Una gazzella del Nucleo Operativo e Radiomobile è subito arrivata al Maestrale, dove i militari hanno identificato la donna e hanno constatato che all’interno della borsa aveva nascosto la merce illecitamente prelevata dai banconi. Gli oggetti rubati sono stati restituiti al personale del supermercato, mentre la donna è stata condotta in caserma, dove i Carabinieri hanno ricevuto la denuncia del furto e hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza, che mostravano le condotte delittuose poste in essere all’interno del supermercato. Sulla base degli elementi raccolti hanno proceduto all’arresto per furto aggravato della 49enne, che è stata condotta nell’abitazione di Trecastelli, ove dimora abitualmente, agli arresti domiciliari. Questa mattina nelle aule del Tribunale di Ancona si è svolta l’udienza di convalida dell’arresto, al termine della quale ala donna è stata rimessa in libertà.



Questo è un articolo pubblicato il 03-02-2020 alle 14:32 sul giornale del 04 febbraio 2020 - 453 letture