counter

Fermo: Fermo: L’amministrazione Calcinaro tira le somme del 2019

3' di lettura 30/12/2019 - Un anno racchiuso in quattro parole: quartieri, scuole, cultura e futuro.

Opere importanti, attese da anni hanno reso più vivibili quei tanti, piccoli quartieri di cui la città si compone: Salvano, Tirassegno, Molini Girola, Lido di Fermo, Lido Tre Archi, San Tommaso, San Marco, San Girolamo, Torre di Palme, San Michele, Campiglione, Marina Palmense, Caldarette Ete e Capodarco.

Quanto alla scolastica in risalto l’operazione nuovo polo Fracasetti-Betti. A seguire l’ottenimento di fondi per l’adeguamento sismico della scuola di Salvano, il recupero della scuola storica di Villa Vitali e l’ampliamento di quella a Molini Girola. Si consideri poi la celerità con la quale è stata messa su l’importantissima operazione Ugo Betti, un’ operazione infatti, quella del ristorante Mario, iniziata e terminata in soli tre mesi.

Si è lavorato molto anche sullo sport con la pista di atletica in via di completamento, l’ampliamento della palestra, il recupero della Cops e, infine, il nuovo look della piscina comunale.

Terza parola chiave: cultura. In un anno aperti ex novo e/o recuperati ben tre spazi espositivi: la Sala dei Ritratti, il Museo di Torre di Palme e il Terminal “Mario Dondero”. A questo si unisce la qualità degli eventi, fra tutti il “Jova beach party”.

Altra parola importante: futuro. Sono in atto delle progettualità che disegnano il prossimo futuro di Fermo: il mercato coperto, il ponte su Marina Palmense con l’inizio di un percorso ciclo pedonale, i lavori sulle scogliere, Fonte Vecchia per la quale stanno iniziando i lavori di recupero del primo padiglione. Per quanto riguarda il progetto Ugo Betti sono le “vittime” illustri – scherza il sindaco - a metterne in risalto l’importanza e il fascino della sfida che si pone di fronte. Infine, lode all’urbanistica, sarà l’area di progetto 38 a disegnare il futuro di Lido di Fermo dal punto di vista della vivibilità e delle strutture esattamente – ricorda Calcinaro - come successe nel 2016 per il versante nord della stessa Lido di Fermo.

Ciliegina sulla torta: l’Anas mette a finanziamento per il 2020 la rotonda tra Torre di palme e Marina Palmense.

“Ripenso”, chiude il sindaco, “alle due volte che Rai Radio 1 mi ha chiamato per i risultati provenienti dal settore dei tributi, ripenso al lavoro dei servizi sociali, macchina colossale che si mantiene a livelli altissimi”. Sulla soglia del 65% per quanto concerne inoltre la raccolta differenziata con sindaci del pesarese giunti a Fermo per studiare e replicare il sistema delle isole informatizzate. Come pure positivamente si è chiuso il contenzioso di San Michele Terra definito dal sindaco “spada di Damocle” pendente non solo sull’amministrazione ma sull’intero comune.

Un’azione a 360 gradi quindi, grazie anche al lavoro dietro le quinte dei consiglieri comunali e alla collaborazione dei cittadini.


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-12-2019 alle 15:31 sul giornale del 31 dicembre 2019 - 235 letture

In questo articolo si parla di attualità, conferenza stampa fine anno, articolo, Benedetta Luciani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/beAm





logoEV
logoEV