counter

Numana: arrestato l'autore dell'estorsione con la tecnica dello specchietto

2' di lettura 11/09/2019 - Nella tarda mattinata di mercoledì, a Noto (SR), i Carabinieri della Stazione di Numana unitamente a quelli dell’Arma locale, hanno tratto in arresto un cittadino italiano 29enne, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il decorso 29 agosto dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Ancona, poiché ritenuto responsabile di estorsione aggravata.

L’attività investigativa condotta dall’Arma numanese permetteva di definire un quadro indiziario a carico del suddetto in ordine al cennato delitto, perpetrato in data 10 giugno 2019 a Numana, ai danni di una signora 77enne che a bordo della propria autovettura, percorreva la strada provinciale 2 in direzione della frazione Coppo.

La donna intravedeva, dallo specchietto retrovisore, un veicolo che la seguiva iniziare a suonare e lampeggiare, mentre le persone sedute all’interno gesticolavano, intimandole di fermarsi.

Sebbene impaurita, costei proseguiva la marcia per qualche chilometro; tuttavia gli occupanti della vettura che seguiva perseveravano nella loro condotta, avvicinandosi pericolosamente al paraurti posteriore, talché l’anziana signora, anche per il timore di incorrere in un sinistro, si fermava, rimanendo all’interno del mezzo.

A quel punto, scendeva dall’auto il conducente che iniziava ad urlare nei confronti della vittima e con fare minaccioso le chiedeva soldi quale risarcimento del danno per aver provocato la rottura dello specchietto laterale del proprio veicolo.

La donna, colta dal panico e temendo per la propria incolumità, anche perché l’aggressore era parso come una belva inferocita, consegnava la somma di euro 120 custoditi nel portafogli.

All’indagato, allontanatosi subito dopo aver ricevuto i soldi, sono state contestate le aggravanti per aver commesso il fatto nei confronti di persona ultrasessantacinquenne, e per aver agito in luoghi tali da ostacolare la pubblica o privata difesa.

Al prevenuto, tratto in arresto nella località di origine ed associato presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa, è stata anche sequestrata preventivamente l’autovettura Volkswagen Golf con la quale aveva commesso il reato.


   

di Redazione





Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2019 alle 22:21 sul giornale del 12 settembre 2019 - 367 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresto, estorsione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bauZ





logoEV
logoEV