counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Senigallia: Giro di vite su immigrazione e affitti estivi: la Polizia multa decine di affittuari per migliaia di euro

2' di lettura
1155

polizia senigallia

Controlli serrata da parte degli uomini del Commissariato di Polizia di Senigallia che negli ultimi giorni sono stati impegnati in controlli sia sul fronte dell'immigrazione che sul "mercato" degli affitti degli appartamenti per il periodo estivo.

Filo comune delle indagini è stato il contrasto alle false dichiarazioni o in alcuni casi addirittura mancate comunicazioni sia circa i documenti di permesso di soggiorno in possesso degli extracomunitari che sui contratti di locazione estiva. Il primo filone di inchiesta ha riguardato la verifica di numerose richieste di rilascio di permessi di soggiorno da parte di stranieri. In questo caso sono emerse situazioni che hanno fatto sospettare gli agenti circa i luoghi di residenza dichiarata degli extracomunitari. In particolare un cittadino pakistano è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per false dichiarazioni in quanto l'uomo aveva indicato il proprio domicilio in uno stabile di via Podesti, crocevia durante l'anno di numerosi stranieri.

I controlli effettuati hanno accertato però, che il cittadino pakistano non aveva a disposizione alcun alloggio in quel palazzo, dal momento che gli appartamenti dell'edificio sono affittati solo per il periodo estivo a turisti. Durante l'accertamento, è emerso, inoltre, che l'usufruttuario dell'immobile non aveva comunicato i propri ospiti alla Questura di Ancona, così come previsto dalla legge ed è stato quindi segnalato all'Autorità competente.

Sempre sul fronte dei mercato in nero degli affitti estivi, sono state effettuate verifiche di appartamenti sia sul lungomare e nel centro cittadino, affittati a turisti per l'estate. L'operazione ha permesso di accertare che i proprietari di alcune decine di alloggi non avevano informato il Comune dell'inizio di tale attività, omettendo quindi anche le periodiche comunicazioni all'Osservatorio regionale sul turismo e cosa, ancor più grave, di segnalare gli ospiti alla Questura di Ancona. Gli affittuari, oltre a varie sanzioni amministrative, sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, alla Guardia di Finanza per gli accertamenti fiscali e al Comune per l'applicazione dell'imposta di soggiorno. Il tutto per un ammontare di sanzioni, ancora in via di definizione, che si aggira in varie migliaia di euro.

Infine un fabbricato situato in centro, adibito ad appartamento turistico e ben pubblicizzato su specifici portali internet, è risultato censito al catasto con destinazione ad uso ufficio, pertanto la documentazione acquisita è stata posta al vaglio della Polizia Locale che procederà per le dovute contestazioni penali ed amministrative in materia edilizia. Controlli in tal senso continueranno nei prossimi giorni, al fine di accertare locazioni turistiche poste in essere nel non rispetto delle leggi vigenti.



polizia senigallia

Questo è un articolo pubblicato il 30-08-2019 alle 10:27 sul giornale del 31 agosto 2019 - 1155 letture