counter

Fossombrone, centro massaggi posto sotto sequestro dalla polizia, denunciato il titolare

sequestro preventivo 321 cpp 1' di lettura 28/05/2019 - Gli agenti del Commissariato di Urbino e il personale del Servizio Prevenzione Salute Ambienti di Lavoro dell’ASUR 1 di Urbino, hanno proceduto nei giorni scorsi ad una verifica presso un centro massaggi di Fossombrone, gestito da un imprenditore quarantunenne di nazionalità cinese.

Numerose le irregolarità rinvenute a carico dell'uomo, in particolare non erano stati assolti gli obblighi di designazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, di elaborazione del documento di valutazione dei rischi e di formazione e addestramento del personale.

Il locale è stato quindi sottoposto a sequestro preventivo (ai sensi del art. 321 c.p.p.) e il titolare dell’attività è stato deferito alla locale Autorità Giudiziaria.

Sono in corso ulteriori approfondimenti finalizzati alla verifica di eventuali altre irregolarità circa la gestione del locale e dell’attività effettivamente svolta all’interno del centro massaggi, il cui giro d’affari, stando ai primi accertamenti effettuati, aveva fruttato al gestore nel solo mese di aprile una somma superiore ai 5.000 euro.






Questo è un articolo pubblicato il 28-05-2019 alle 07:00 sul giornale del 28 maggio 2019 - 334 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, fossombrone, sequestro preventivo, articolo, commissariato di urbino, antonio mancino


logoEV
logoEV