counter

Ancona: Area ex Bunge: abbattuti i primi silos. Simonella: “Una trasformazione grande”

1' di lettura 29/04/2019 - Abbattuti i primi silos, se ne va un pezzo di storia di Ancona. Simonella:

È iniziata oggi l’abbattimento dei 34 silos del Porto, una trasformazione che segna un svolta epocale al Porto di Ancona. Il tutto sotto il controllo degli addetti ai lavori che proseguirà domani, così come in date prestabilite a maggio e giugno, dopo l’ordinanza dell’Autorità di sistema portuale che ha emesso un divieto di transito dalla mattina fino a mezzogiorno.

“C'è una parola chiave che segna questo periodo storico del porto di Ancona, ed è ‘trasformazione’.” ha affermato in un post l’assessore Ida Simonella.

”L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale la guida, con il supporto costante, intenso e, ritengo strategico del Comune di Ancona. È stata trasformazione l'abbattimento delle reti al porto antico, l'acquisizione dello scalo Marotti per la gestione dei tir. È trasformazione tutto il percorso iniziato per sviluppare il bacino Fincantieri e per creare una banchina crociere. E' una trasformazione grande quella che porta ad abbattere oggi i silos e presto ad acquisire l'area ex Bunge per trovare spazi, creare nuove opportunità di sviluppo, e di lavoro.” Ha proseguito.

“Ci vuole una dose massiccia di coraggio, di professionalità e soprattutto di visione. Vedere oltre e pensare al futuro di questa città. Senza che questo intacchi l'emozione forte che si prova a vedere un silos venire giù, come un gigante sdraiato, tutto l'odore dei cereali che ancora sprigionava e tutta la gratitudine per quanto ha dato ad Ancona, al lavoro di uomini, ad un mondo che è stato, e che è ormai finito...da tempo.” Ha concluso la Simonella.


   

di Redazione







Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2019 alle 22:03 sul giornale del 30 aprile 2019 - 667 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a6W4





logoEV
logoEV