counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Falconara: Appiccano tre roghi in strada dopo il colpo al distributore. Paura in strada in via Marconi

3' di lettura
1050

Sembravano avessero appiccato il fuoco ad un furgone dopo il furto, per fuggire, Ma in realtà i roghi erano tre dopo il colpo al distributore in via Marconi.

In un primo momento si era parlato di un furto nel cuore della notte nel falconarese, dove i ladri per coprire la fuga avevano incendiato un furgone insieme a diverso materiale sulla strada, bloccando così la via è tentando di prendere tempo. Ma in realtà i malviventi avevano appiccato il fuoco in tre punti diversi di via Marconi per poi, vedendosela brutta sbarrare la strada con un furgone rubato poco prima.

L’allarme è scattato non solo alla Caserma dei vigili del fuoco, ma anche per i carabinieri. Sul posto i pompieri hanno spento le fiamme e messo in sicurezza lo scenario dell’incendio liberando poi l’asse stradale.

Aggiornamento. Quello che secondo i primi intervenuti sembrava dunque un’incendio di un furgone con tanto di furto si è disvelato essere si un tentativo di furto, quello al distributore IP di via Marconi con tanto di roghi. A dare l’allarme alle 3 del mattino un automobilista di passaggio nei pressi di via della Tecnica. Nell’occasione veniva segnalata la presenza di due persone vestiti di scuro che stavano dando fuoco ad un cassonetto di plastica e pellet rendendo così la via inagibile. Poco più in là altre vi erano due persone intente a manovrare una ruspa che hanno t rato di sradicare le colonnine del self service del distributore di benzina. Sul posto si portavano subito tre pattuglie dei Carabinieri: due da Chiaravalle e l’altra da Falconara. È proprio la prima pattuglia, quella proveniente da Falconara, che arrivando a quattro minuti dalla chiamata si trova la strada sbarrata dal rogo e mentre oltrepassa lo sbarramento non riesce a trovare nessun malvivente.

Ora al vaglio le telecamere di video sorveglianza del distributore dalle quali è emerso si tratti di una banda di sei uomini che dopo aver appiccato diversi focolai, di cui due in via Marconi (uno all’incrociò con via della tecnica e l’altro all’incrocio con via del Lavoro) ed uno sempre in via della Tecnica (a circa 20 metri circa dall’incrocio con via Marconi) hanno tentato a più riprese di scassinare le colonnine con una pala meccanica. I ladri sono riusciti ad estrarre una sola cassaforte che poi hanno abbandonato perfettamente sigillata ad alcuni centinaia di metri dal distributore bei pressi di un vicino autodemolitore. Sfuma dunque il furto senza portar via contanti grazie al blitz dei Carabinieri che hanno costretto i malviventi a desistere ai tentativi di scassinare l’unica cassaforte rubata e poi abbandonata.

Stando alle prime ricostruzioni dei Carabinieri sia la pala meccanica che il furgoncino, poi abbandonato in via Marconi, erano stati rubati poco prima dal Capannone di Marche Multiservizi, esattamente un’ora prima del colpo al distributore. Mentre da un vicino ingrosso edile avevano rubato 4 lattine di acquaragia da 5 litri per alimentare i tre roghi. Tutt’ora in corso le indagini della Tenenza dei Carabinieri.





Questo è un articolo pubblicato il 08-04-2019 alle 11:03 sul giornale del 09 aprile 2019 - 1050 letture