counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Impresapesca Coldiretti Marche, a rischio pensione 700 pescatori: "La politica si mobiliti contro la beffa dell'Inps"

1' di lettura
578

reti da pesca

Sono circa 700 i pescatori che rischiano di non vedersi riconosciuti i contributi versati e di andare percepire una pensione minima a causa di un’interpretazione dell’Inps Marche che li vuole inquadrati come operatori della piccola pesca nonostante gli stessi abbiano corrisposto somme come quelli della grande pesca.

Dopo l’allarme lanciato da Impresapesca Coldiretti Marche, venerdì le associazioni di categoria hanno fatto il punto della situazione con la Regione Marche. A riceverli l’assessore regionale alla Pesca, Angelo Sciapichetti, che si è impegnato a convocare quanto prima un tavolo con l’Inps Marche coinvolgendo anche l’assessore regionale al Lavoro, Loretta Bravi.

Successivamente si chiederà tavolo analogo con l’Inps nazionale e il Ministero del Lavoro.

“Non c’è tempo da perdere - spiega Tonino Giardini, responsabile nazionale di Impresapesca Coldiretti - perché le lettere ai lavoratori da parte dell’istituto stanno già arrivando e se non ci sarà un impegno serio dalla politica l’unica strada saranno i ricorsi. È una questione di giustizia e rispetto nei confronti di lavoratori che hanno improntato la loro carriera lavorativa in un modo e ora vengono beffati”.



reti da pesca

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2019 alle 17:35 sul giornale del 06 aprile 2019 - 578 letture