counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: ''E' arrivato l'arrotino'' e con lui la truffa dello specchietto, nei guai un 23enne

1' di lettura
2843

Arriva l'arrotino: ma è senza licenza ed è un truffatore con numerosi precedenti penali, noto per eseguire la classica truffa dello specchietto: denunciato dalla Polizia un siracusano di 23 anni.

Gli agenti della Questura di Ancona lo hanno notato lunedì mattina mentre girava a bordo di una Polo bianca con un megafono sul tettino, attraverso il quale il giovane pubblicizzava ai residenti le proprie attività di arrotino. Scattato il controllo, i poliziotti hanno appurato che nel bagagliaio dell'auto era presente e funzionante una grossa mola, ma anche che il 23enne era privo dell'apposita licenza.

Da ulteriori controlli è emerso poi che l'arrotino aveva a suo carico numerosi precedenti penali per vari reati, tra cui truffa e furto. In particolare il giovane era noto per avvicinare le vittime a bordo dell’auto, fingere un piccolo incidente a bassa andatura mostrando poi il proprio specchietto danneggiato con le rigature orizzontali artatamente riprodotte. "Dammi 80 euro e la risolviamo così" e il gioco è fatto. Rigature che erano presenti in entrambi gli specchietti della Polo bianca.

Per lui sono così scattati il sequestro dell'attrezzatura e le sanzioni amministrative per il mancato possesso della licenza e per l’esposizione del megafono sul tetto della macchina, per un totale di circa 5.500 euro. Inoltre l'uomo, appena giunto ad Ancona, è stato allontanato con Foglio di Via Obbligatorio e divieto di ritorno nel capoluogo per un periodo di 3 anni.



Questo è un articolo pubblicato il 02-04-2019 alle 16:44 sul giornale del 03 aprile 2019 - 2843 letture