counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: Blitz alle Grazie: nigeriano ingerisce 6 ovuli di eroina per sfuggire al controllo, ma la radiografia non mente. Tre arresti

2' di lettura
596

Sono tutti nigeriani le tre persone arrestate dopo il blitz all’alba in un appartamento alle Grazie ad Ancona. A mettere a segno il colpo la Squadra Mobile della Polizia di Stato di Ancona. Gli ovuli di eroina ingeriti sembrerebbero addirittura 10

Altra irruzione nelle prime ore della mattinata, questa volta da parte dei poliziotti della Squadra Mobile di Ancona. Il blitz in un appartamento delle Grazie occupato da cittadini nigeriani Con tanto di minuziosa perquisizione ai luoghi e alle numerose persone trovate all’interno. A farne le spese B.I. (1999) N.P. (1989 con precedenti per droga) S.J. (1993 con precedenti per droga).

Le operazioni della Squadra Mobile iniziate alle ore 5 a cavallo tra mercoledì e giovedì, hanno visto impegnate anche le Unità Cinofile della Polizia di Stato con il cane Margò e Tar nonchè le volanti dell’Ufficio Controllo del Territorio della Questura di Ancona. Strategico l’effetto sorpresa che ha permesso di trovarli tutti in casa. Dopo un’accurata perquisizione di circa due ore e mezzo, gli investigatori della Squadra Mobile, hanno rinvenuto e sequestrato stupefacente del tipo eroina e marijuana divisa in 9 ovuli di eroina e diversi frammenti di marijuana. Droga tutta destinata al mercato anconetano. Oltre allo stupefacente gli agenti hanno sequestrato più di 2000 euro in contanti, ritenuto provento dell’attività illecita di spaccio, 8 telefoni cellulari utilizzati dalla rete degli spacciatori nigeriani e un prezioso orologio. Durante le perquisizioni uno degli arrestati (N.P. ’89), ha tentato di ingerire alcune dosi di eroina termosaldata credendo di sfuggire alla flagranza di detenzione di stupefacente, ma i poliziotti della Mobile, di intesa con la Procura della Repubblica, avendo visto la scena, conducevano il giovane straniero in ospedale sottoponendolo ad una radiografia allo stomaco che dava esito positivo riscontrando la presenza di altri 6 ovuli di eroina, un bilancio che sembrerebbe salire addirittura a 10 ovuli quelli ingeriti. Questo riscontro permetteva di trarlo in arresto. La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona disponeva di collocare i tre cittadini nigeriani nelle celle di sicurezza della Questura a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente per il giudizio di convalida.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite WhatsApp, Telegram, Messenger e Viber di VivereAncona
Per Whatsapp aggiungere il numero 350 053 2033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereancona o cliccare su t.me/vivereancona.
Per Facebook Messenger cliccare su m.me/vivereancona.
Per Viber cliccare su chats.viber.com/vivereancona.



Questo è un articolo pubblicato il 28-03-2019 alle 15:45 sul giornale del 29 marzo 2019 - 596 letture