Treia: i Carabinieri Forestali rinvengono deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi

1' di lettura 28/02/2019 - Nei giorni scorsi, militari della Stazione CC Forestale di Camerino, nel corso di un servizio di controllo sulla gestione di rifiuti da parte di aziende, hanno individuato in comune di Treia, nelle pertinenze di un azienda manifatturiera, un deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.

Nel dettaglio, sono stati rinvenuti fusti esausti di solventi, contenenti in parte sostanze oleose ed in parte stracci e carta assorbente sporchi, scarti di resina termoindurente e cisterne in plastica usurate.

Il volume dei rifiuti rinvenuti è stato stimato in circa 40 metri cubi; essi sono stati sottoposti a sequestro penale e contestualmente sono stati informati gli Enti Amministrativi competenti, per l’adozione delle misure di bonifica dell’area.

La condotta messa in atto dall’azienda, costituisce violazione alla norme sulla gestione dei rifiuti previste dal decreto Legislativo n.152/2006 “Testo Unico in Materia Ambientale”. Il titolare è stato deferito all’Autorità Giudiziaria ed ora rischia la pena dell’arresto da sei mesi a due anni e un’ammenda da duemilaseicento a ventiseimila euro.

Il controllo è stato eseguito unitamente a Carabinieri del N.I.L. (Nucleo Ispettorato del Lavoro), i cui esiti di accertamento sono in fase di definizione.








Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2019 alle 17:16 sul giornale del 01 marzo 2019 - 335 letture

In questo articolo si parla di cronaca, treia, rifiuti pericolosi, articolo, carabinieri forestali, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4MD





logoEV