counter

Agugliano: avvolto dalle fiamme mentre dà fuoco alle sterpaglie, tragedia a Castel d'Emilio

carabinieri vigili del fuoco 1' di lettura 23/02/2019 - Dramma a Castel d’Emilio. Un uomo di 74 anni è morto carbonizzato in un incendio che si è sviluppato in campagna, nei pressi di una tenuta agricola.

La tragedia si è consumata attorno alle 15,30. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, insieme al 118, alla Croce Gialla di Agugliano e ai carabinieri di Osimo. Non sono chiare le circostanze del decesso: sembra che l’anziano sia stato avvolto dalle fiamme, probabilmente a causa del vento forte, mentre cercava di dar fuoco a sterpaglie. Le indagini sono in corso.

Non è stata ancora ufficializzata l'identità della persona deceduta, irriconoscibile, ma ogni indizio porta a Cesare Ricchi, 74enne anconetano: è rimasto carbonizzato in contrada Convento, a poca distanza dall'ingresso del parco botanico da lui progettato una trentina d'anni fa, un'oasi verde denominata Ara Gaia. L'ipotesi pià probabile è che sia stato tradito dalle raffiche di vento che avrebbero alimentato le fiamme mentre era impegnato a bruciare delle sterpaglie. A lanciare l'allarme è stato un vicino: lui stesso ha tentato di domare il rogo, inutilmente.

Domani a Torrette, presso l'istituto di Medicina Legale, verranno svolti gli accertamenti per risalire all'identità dell'anziano che, comunque, con ogni probabilità è proprio Cesare Ricchi, al momento irreperibile. Sul posto, infatti, è stata rinvenuta anche la sua auto e i parenti sono accorsi non appena hanno appreso la tragica notizia.


   

di Matteo Ripanti
   redazione@viverancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2019 alle 16:57 sul giornale del 25 febbraio 2019 - 1726 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vigili del fuoco, carabinieri, ancona, agugliano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a4Bc





logoEV