counter

Ostra: accende il camino e gli vengono le convulsioni, intossicato dal monossido un 62enne

ambulanza notte 1' di lettura 03/02/2019 - Voleva trascorrere una tranquilla serata al caldo del caminetto ma qualcosa è andato storto. Se l'è vista brutta un 62enne di Ostra rimasto gravemente intossicato dal monossido di carbonio sabato sera.

L'uomo, dopo aver acceso il camino, ha iniziato a sentirsi male ed è stato colto da convulsioni. Un attacco che paradossalmente gli ha salvato la vita perchè l'uomo si è accorto che qualcosa non andava. Se si fosse addormentato infatti le esalazioni del monossido di carbonio avrebbero potuto avere conseguenze ben più gravi. Nella sua abitazione è subito arrivata un'ambulanza del 118 che, constatata la gravità delle condizioni dell'uomo ed avendo capito che l'uomo era rimasto intossicato, ne ha disposto il trasferimento presso il centro Iperbarico di Fano.

Qui l'uomo è stato sottoposto ad una terapia urgente di ossigenoterapia. Dopo le necessarie cure prestate, e soprattutto grazie al trattamento in camera iperbarica, le condizioni cliniche del 62enne sono migliorate e domenica mattina è stato dichiarato fuori pericolo. Secondo una prima ricostruzione, il monossido di carbonio si sarebbe sprigionato a causa di un mal funzionamento della canna fumaria del camino.






Questo è un articolo pubblicato il 03-02-2019 alle 11:36 sul giornale del 04 febbraio 2019 - 1000 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, ostra, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a3Ux





logoEV
logoEV