Atletica: è il turno di sprint e salti al Palaindoor

3' di lettura 27/01/2019 - Tanti risultati di spicco, verso le rassegne tricolori: la velocista Mogliani Tartabini avvicina il record marchigiano, Rastelli in crescita, Vandi e Aliventi sfiorano il primato stagionale

Riflettori puntati sui salti e sulla velocità al Palaindoor di Ancona, nel meeting che apre l’ultimo weekend di sfide prima delle rassegne tricolori di febbraio. Ultimi test per i giovani marchigiani come la pesarese Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata), campionessa italiana juniores dei 400 metri che viene superata nel finale e finisce terza in 55”32, vicina al primato stagionale di 55”25, in una gara di alto livello. L’azzurra Chiara Bazzoni (Esercito) conduce una prova di testa e vince in 54”09. Alle spalle della toscana, primatista italiana della 4x400, la 18enne romana Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre) si migliora ancora una volta con 54”59, dopo il 54”87 di domenica scorsa per inserirsi al quarto posto di sempre tra le under 20 italiane. Tra gli uomini secondo posto di Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre), cresciuto nell’Atletica Montecassiano, con 49”91.


Nei 60 metri di nuovo in evidenza la 16enne Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati) che arriva a soli due centesimi dal suo primato regionale assoluto con 7”59. Una conferma dell’ottima condizione per la vicecampionessa italiana allieve, che chiude al quinto posto in finale. La più rapida sul rettilineo è la veneta Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) con 7”44 nella batteria. Ma la tricolore assoluta dei 100 all’aperto viene preceduta nella gara decisiva per un soffio da Audrey Alloh (Fiamme Azzurre), 7”46 contro 7”47, mentre la junior Chiara Gala (Acsi Italia Atletica) coglie il personale con 7”56 davanti a Giulia Riva (Fiamme Oro, 7”57). Applausi in batteria anche per la sangiorgese Greta Rastelli (Team Atl. Marche), 7”73 e primato stagionale a soli tre centesimi dal personal best.


Al maschile Lodovico Cortelazzo (Assindustria Sport Padova) prevale sui 60 metri con 6”76 nel turno eliminatorio e 6”78 in finale. Soltanto una gara invece per il rientrante Giovanni Cellario (La Fratellanza 1874 Modena) con 6”84 e per l’allievo romano Lorenzo Simonelli (Esercito Sport & Giovani), 6”95 il crono sulla distanza piana del primatista italiano under 18 sui 60 ostacoli. Tra gli atleti delle società marchigiane, il riminese Attilio Dante (Sport Atl. Fermo) è il migliore con 6”98 in batteria.
Nel lungo si esprime a soli due centimetri dal primato stagionale Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese), seconda con 5.85. L’azzurro Simone Forte, romano delle Fiamme Gialle, apre la sua stagione nel salto triplo con 16.17 e il 18enne Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) si piazza quinto con il personale indoor di 14.16. Sulla pedana del getto del peso under 18, vittoria e miglior risultato in carriera della jesina Francesca Marani (Sef Stamura Ancona) che lancia 11.20. Domani altri due meeting: giovanile al mattino, assoluto nel pomeriggio con diretta video streaming sulla pagina Facebook FIDAL Marche (fb.com/fidalmarche).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2019 alle 13:53 sul giornale del 28 gennaio 2019 - 484 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche