counter

Corinaldo: nuovo sopralluogo dei Ris alla Lanterna Azzurra, si cerca la sostanza spruzzata nella discoteca

1' di lettura 21/12/2018 - Gli inquirenti sono tornati venerdì mattina alla Lanterna Azzurra di Corinaldo, per un nuovo sopralluogo nella discoteca dove esattamente due settimane fa hanno perso la vita cinque ragazzi e una mamma.

I speciali anche dei Ris che hanno passato al setaccio l'interno della discoteca diventata teatro di una strage. Lo stuolo di tecnici, periti, esperti, carabinieri, polizia e forze dell'ordine è arrivato intorno alle 10,30. Monitorato speciale è stato il pavimento della discoteca dove dovrebbero essersi depositati residui della sostanza spruzzata la sera del 7 dicembre. Se, come è quasi certo che sia, qualcosa è stato spruzzato in aria, necessariamente alcune micro particelle residue devono essere ricadute sul pavimento.

I Ris hanno cercato di trovare e raccogliere proprio queste particelle. Hanno lavorato la buio completo e hanno utilizzato anche la tecnica del luminol (la sostanza chimica in grado di rendere visibili tracce ematiche di natura latente”) per poter prelevare anche le minime tracce sospette. I campioni prelevati ora saranno analizzati per arrivare a stabilire con certezza la sostanza che è stata spruzzata all'interno della discoteca. Se si tratta di spray al peperoncino o altro.

I tecnici hanno controllato anche i condotti di areazione del locale e l'impianto di illuminazione che segnale le uscite e le scale. Sul posto sono intervenuti anche i tecnici dell'Arpam, l’ingegner Costanzo Di Perna, ordinario di fisica tecnica ambientale alla facoltà di ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche, il tenente colonnello dei Carabinieri Marcello Mangione, ingegnere civile al comando generale dell’Arma, e il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Senigallia Maggiore Cleto Bucci.






Questo è un articolo pubblicato il 21-12-2018 alle 14:56 sul giornale del 22 dicembre 2018 - 661 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a2Kz





logoEV
logoEV