Montemarciano: trovato in casa con la droga, era anche ricercato. Arrestato un libico di 27 anni

2' di lettura 22/11/2018 - I Carabinieri della Stazione di Montemarciano hanno arrestato un ricercato libico, di 27 anni, pregiudicato, sprovvisto di permesso di soggiorno. Il giovane è stato localizzato in un appartamento nella frazione Marina dove si era rifugiato da qualche settimana per sfuggire alla cattura.

In casa i Carabinieri hanno recuperato anche 35 grammi di hashish sottoposti a sequestro. I Carabinieri della Stazione, nell’ambito del rafforzamento dei servizi di controllo del territorio, a seguito dei recenti fatti di cronaca che hanno interessato il territorio di Jesi e Montemarciano, hanno avuto notizia di strani movimenti che avvenivano, soprattutto nelle ore serali, in un appartamento sito in via Leopardi. I militari, capeggiati dal Mar.Magg. Alessandro Marzano, al fine di verificare la consistenza del presunto traffico, hanno eseguito un mirato servizio, appostandosi nei pressi dell’ingresso dell’abitazione sospetta.

Nella circostanza i carabinieri hanno avuto modo di osservare la presenza di un giovane che è entrato ed uscito diverse volte da un appartamento che in teoria doveva essere disabitato. Quando hanno bussato alla porta, il giovane è rimasto sorpreso di vedere i Carabinieri e ha cercato di nascondere qualcosa sotto il cuscino in camera da letto. L’immediato controllo ha rivelato la presenza di una busta di plastica con all’interno sette piccoli involucri di carta stagnola contenenti in totale 35 grammi di hashish. In casa sono stati trovati anche un bilancino elettronico di precisione ed un telefonino. La droga e il restante materiale sono stati sottoposti a sequestro. Il giovane, privo di documenti di identità, è stato condotto nella caserma di Montemarciano e successivamente in quella di Senigallia dove è stato sottoposto al fotosegnalamento.

Il riscontro delle impronte e gli accertamenti in banca dati, hanno fatto emergere che il 27enne era ricercato dal 29 ottobre scorso, in quanto colpito da un provvedimento di cattura emesso dall’Ufficio Esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Ancona, poiché deve scontare la pena residua di mesi 7 e giorni 28 di reclusione a seguito di una condanna definitiva. Infatti, il giovane libico, nell’aprile 2016 venne arrestato a Chiaravalle dai Carabinieri in Ancona dopo che aveva ceduto alcune dosi di hashish ad un assuntore in via Fiorini. Nella circostanza, al fine di impedire di essere arrestato oppose resistenza ferendo uno dei militari che lo aveva bloccato.

L’operazione dei Carabinieri di Montemarciano segue di un giorno quella portata a segno a Jesi dove sono stati arrestati altri due extracomunitari per spaccio di droga. Il 27enne libico, dopo l’espletamento delle formalità, è stato associato al Carcere di Ancona Montacuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.








Questo è un articolo pubblicato il 22-11-2018 alle 17:31 sul giornale del 23 novembre 2018 - 467 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, montemarciano, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1F0