counter

Osimo: rubavano soldi ed oro a casa di anziani. Arrestata banda rom

3' di lettura 28/10/2018 - Stroncata una banda di pericolosi autori di furti in abitazione di nazionalità italiana ma di etnia sinti, stanziati nei comuni del teramano, segnatamente Alba Adriatica (TE), Colonnella (TE) e Martinsicuro (TE), specializzata in furti in abitazione, specificamente quelle ove dimoravano persone anziane e sole. Particolare della commissione dei furti, la loro peculiarità di carpire la fiducia dell’anziana vittima, chiedendo informazioni circa gli appartamenti in affitto.

Una volta ottenuta, la donna e l’uomo, simulando una normale coppia di sposi, facevano ingresso nell’appartamento “intrattenendo” l’anziana sola, mentre le altre due donne si intrufolavano nelle camere facendo razzia di oro e denaro contante, il tutto mentre la quarta donna a bordo del veicolo fungeva da “palo”. L’operazione è stata condotta dai Carabinieri del NORM della Compagnia di Osimo agli ordini dal Maggiore Luigi Ciccarelli e guidati dal Luogotenente C.S. Luciano Almiento.

Nella tarda serata di mercoledì 24.10.2018, i Carabinieri di Osimo in quel comune, intercettavano il veicolo con a bordo le cinque persone che subito apparivano sospette poiché le donne erano tutte ben vestite e truccate vistosamente, nonché procedevano con andatura lenta al fine di individuare l’appartamento e la vittima da depredare. Ne scaturiva così un lungo e certosino pedinamento atteso che tentavano vari “agganci” senza però riuscire nel loro intento.

Da Osimo si spostavano nel centro di Ancona dove venivano notate entrare in un appartamento per poi uscirne dopo diversi minuti e salire velocemente sul veicolo e dileguarsi velocemente verso l’autostrada A/14 Ancona Nord. Gli investigatori, accertato che avevano depredato l’abitazione dell’anziana donna con il modus operandi sopra descritto, poiché avevano asportato monili in oro e denaro contante per 4.000 euro circa, procedevano al loro fermo ancor prima che il veicolo facesse ingresso in autostrada.

Dall’immediata perquisizione i Carabinieri rinvenivano indosso alle donne tutti i monili in oro asportati nonché il denaro contante, subito riconosciuto dalla vittima, per cui tutto il sodalizio veniva dichiarato in stato di arresto e condotto presso il Comando Compagnia Carabinieri di Osimo e dopo le formalità di rito associati presso la casa circondariale di Ancona e quella di Villa Fastiggi (PU).

Dalla perquisizione veicolare venivano rinvenuti numerosi oggetti usati per il travisamento quali cappelli di ogni forma e colore, guanti, fasce per capelli, foulard di ogni tipo e colore, circa dieci paia di occhiali da sole e tipo “vista”, nonché alcune parrucche bionde, oltre a strumenti di effrazione, torce e vari passe-partout. Inoltre sono stati rinvenuti altri monili in oro sicuramente di provenienza illecita, posti sotto sequestro ed al vaglio degli investigatori al fine di accertarne la paternità.

Le persone fermate sono: di G.L., queste le sue iniziali, 53enne, S.G., queste le sue iniziali 41enne, S.E., queste le sue iniziali, 49enne, D.G.E., queste le sue iniziali, 43enne e l’uomo D.G.M., queste le sue iniziali, 48enne. Tutti censurati per reati specifici, nonché una delle donne gravate altresì dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di dimora nel comune di residenza, per cui tratta in arresto anche per tale violazione.

L’anziana vittima nel momento in cui le sono stati consegnati tutti i monili in oro ed il denaro contante si è commossa, ha subito indossato gli anelli a cui teneva tanto tra cui le fedi nunziali, ha abbracciato affettuosamente i Carabinieri ringraziandoli per il loro lavoro.






Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2018 alle 09:28 sul giornale del 29 ottobre 2018 - 849 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, anziani, denaro, rom, banda, oro, abitazioni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aZPX





logoEV
logoEV