counter

Chiaravalle: colpi di fucile contro il figlio, 92enne condotto in caserma

1' di lettura 05/06/2018 - L'anziano, appassionato di caccia, deteneva il fucile in maniera regolare. Alla base del gesto forse litigi per questioni ereditarie.

Ha atteso che il figlio uscisse di casa e salisse nell'auto parcheggiata lungo il vialetto, con a bordo la nuora, per poi sparare due colpi di fucile. Un 92enne residente a Chiaravalle nella zona della Manifattura ha fatto fuoco contro il figlio, ma i colpi sono stati deviati dal parabrezza e dal volante dell'auto, e la vittima è rimasta ferita lievemente ad un braccio.

Un tentato omicidio si è consumato martedì mattina, il 92enne è stato quindi condotto in caserma dai carabinieri della locale stazione e dai colleghi del Nucleo Operativo di Jesi. L'arma è stata sequestrata mentre l'anziano è stato interrogato. Il figlio invece ha dovuto ricorrere alle cure dell'ospedale di Jesi.

Non si conoscono i motivi che hanno portato il padre a sparare al figlio 66enne, mentre nell'auto era presente anche sua moglie, anche se da prime indiscrezioni pare non corresse buon sangue per questioni legate all'eredità.

A seguito di ulteriori controlli si è poi scoperto che il fucile apparteneva alla ex moglie, derubata nel 2007. Pertanto all'uomo sono stati contestati anche il porto abusivo d'arma da fuoco e ricettazione oltre al tentato omicidio aggravato. Dopo l'interrogatorio del PM, l'attestato è stato condotto presso la casa circondariale di Ancona.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 05-06-2018 alle 15:13 sul giornale del 06 giugno 2018 - 697 letture

In questo articolo si parla di cronaca, chiaravalle, carabinieri, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aVjU