counter

Senigallia: in casa con un arsenale di armi e fucili: denunciato un 75enne

2' di lettura 06/04/2018 - Nell’ambito dei costanti controlli a carico dei titolari di licenze per uso caccia o sportivo e dunque dei possessori di armi, il personale della Polizia Ammnistrativa del Commissariato di Polizia di Senigallia si è recato presso l’abitazione di un uomo di 75 anni, P.M., residente in centro.

Nel corso del controllo gli agenti hanno effettuato una serie di verifiche circa il possesso delle armi da lui dichiarate dopo il trasferimento da una città lombarda a Senigallia. Fin da subito è emersa una serie di discrasie tra quanto dichiarato e le armi in possesso del soggetto. Gli agenti dunque, in considerazione del notevole quantitativo di armi denunciate e temendo che il soggetto ne avesse delle altre nono dichiarate, hanno proceduto ad approfondire il controllo all’interno dell’abitazione dell’uomo dove in realtà è stata trovata solo una parte delle armi denunciate.

Vista la reticenza del soggetto, i poliziotti hanno deciso di estendere il controllo presso un’altra abitazione, in uso all’uomo, situata a Marzocca. Da questo controllo è emersa una quantità considerevole di armi da sparo per le quali immediatamente sono stati avviati gli accertamenti per risalire alla provenienza. E' risultato che il soggetto era illegittimamente in possesso di diversi fucili e pistole appartenenti ad altri congiunti ma mai denunciati alla Polizia, mentre aveva perduto il possesso di altri armi che formalmente risultavano da lui possedute. Un’altra scoperta effettuata dagli agenti ha riguardato una vera e propria collezione di coltelli di diverse misure e forme di cui il soggetto diceva essere appassionato ma che per la quantità e la pericolosità si riteneva illegittimo il possesso e, pertanto, gli agenti hanno proceduto al sequestro dell’intera collezione di coltelli e armi bianche.

Stessa sorte per tutte le armi da sparo (fucili e pistole) per le quali sono ancora in corso accertamenti per verificarne la provenienza. Alla luce di tali gravi fatti e del consistente sequestro effettuato dai poliziotti, il soggetto veniva deferito in stato di liberta all’A.G. per i reati di detenzione illegale di armi, omessa custodia delle armi e omessa denuncia di armi. Si rammenta che per la corretta tenuta delle armi, e per evitare di incorrere in sanzioni di natura penale, è obbligatoria la denuncia all’Autorità di Pubblica Sicurezza di tutte le armi acquistate o anche acquisite a titolo gratuito, nonché della modifica del luogo in cui le armi vengono custodite.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2018 alle 15:10 sul giornale del 07 aprile 2018 - 984 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aTl0