counter

Porto Recanati: arrestato un giovane tunisino autore seriale dei furti

carabinieri 2' di lettura 23/03/2018 - Giovedì sera a Porto Reacanti (MC), i Carabinieri della locale Stazione in collaborazione con quelli della Compagnia di Civitanova Marche (MC), hanno sottoposto a fermo un uomo sospettato di furto aggravato, tentato e ricettazione.

Si tratta di un giovane tunisino sospettato di essere l’autore dei numerosi colpi avvenuti ai danni di negozi ed abitazioni che hanno colpito il comune di Porto Recanati nell’ultimo mese. L’uomo, un 23enne, residente a Civitanova Marche ma di fatto senza fissa dimora, aveva inizialmente cominciato a rubare all’interno di attività commerciali ma poi aveva desistito per l’azione di contrasto dei Carabinieri indirizzando la propria attenzione verso le abitazioni, cambiando continuamente orario e utilizzando il tratto ferroviario per raggiungere i quartieri e poi utilizzandolo come via di fuga. Infatti benchè alcune volte intercettato dalle pattuglie messe in campo sia in borghese che in uniforme, era sempre riuscito a dileguarsi.

Le indagini erano nel frattempo comunque proseguite e grazie alle testimonianze di alcune vittime, alle riprese video, ai controlli presso i compro oro e al rinvenimento, durante le diverse perquisizioni, di oggetti relativi ai furti commessi, si è proceduto a denunciare a piede libero l'uomo per i reati di furto consumato, tentati e ricettazione. Peraltro, nel frattempo, era stato sottoposto anche a Foglio di via obbligatorio da Porto Recanati, ma non vi aveva ottemperato.

La Procura della Repubblica di Macerata, nella persona del Sostituto Procuratore Dott. Enrico Riccioni, visto l’esito delle indagini, con le quali concordava pienamente, il pericolo di reiterazione del reato e di fuga, nella giornata di giovedì ha emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto che è stato immediatamente eseguito dai Carabinieri della Stazione di Porto Recanati.

L’arrestato a quel punto, dopo essere stato sottoposto ad una ulteriore perquisizione, che ha permesso di rinvenire alcuni indumenti che potrebbero essere stati rubati in alcuni degli ultimi furti in abitazione, al termine degli adempimenti, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Ancona a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

All’uomo vengono ad ora contestati circa 25 episodi tra furti consumati e tentati e di ricettazione.






Questo è un articolo pubblicato il 23-03-2018 alle 10:51 sul giornale del 24 marzo 2018 - 773 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, porto recanati, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aSXS





logoEV
logoEV