counter

Cagli, organizzavano combattimenti fra cani e cinghiali, patteggiano in sei

cagli dogo argentino cinghiali 2' di lettura 23/03/2018 - Si è conclusa, presso il Tribunale di Urbino, l’udienza preliminare a carico di nove persone accusate di organizzazione di combattimenti clandestini, uccisione e maltrattamento di animali. Sei i patteggiamenti e tre gli affidamenti in prova.

I fatti risalgono al 2014, le indagini sono partite a causa di un combattimento, ripreso con un cellulare da qualcuno dei presenti, avvenuto in un allevamento cagliese.

Inizialmente c'era stata una serie di perquisizioni a carico di alcuni allevatori, ripresi mentre addestravano i propri cani a dilaniare a morsi una femmina adulta di cinghiale, all’interno dell'azienda agricola.

Tramite i video erano stati identificati dalla Forestale tre noti allevatori di dogo argentino, una razza da combattimento, mentre incitavano i cani ad attaccare la preda sfinita e sanguinante che veniva bloccata e sorretta, per le zampe posteriori, da uno degli addestratori.

Furono sequestrati, durante le perquisizioni, tutti i cellulari, i computer, le telecamere e i supporti digitali utilizzati per registrare ed archiviare il materiale audiovisivo, dai quali emersero numerose immagini di dogo argentini gravemente feriti e cinghiali sbranati, alcuni cinghiali dilaniati appesi per le zampe posteriori per stimolare l’aggressività dei molossi.

Fu accertata, inoltre, la morte di un cane durante un combattimento contro un cinghiale ed almeno quattro episodi, testimoniati da veterinari, di prestazioni mediche fornite a due allevatori per suturare gravi ferite riconducibili ai combattimenti.

Per questi motivi due anni fa le nove persone furono rinviate a giudizio, a sei di loro sono state comminate condanne da otto mesi a un anno di reclusione con multe da 34.000 a 50.000 euro, con sospensione della pena per tutti loro, mentre per gli altri tre imputati è scattata la sospensione del procedimento per via dell'istanza di ammissione di messa in prova presentata dai legali degli stessi. Inoltre è stata disposta la confisca di tutti gli animali.






Questo è un articolo pubblicato il 23-03-2018 alle 19:38 sul giornale del 24 marzo 2018 - 801 letture

In questo articolo si parla di cronaca, cagli, dogo argentino, maltrattamento animali, patteggiamento, articolo, antonio mancino, combattimenti tra cani, cani contro cinghiali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aSZl





logoEV
logoEV