Ciclismo: Lasca, "lascio il professionismo. Questo Sport è stato un insegnante di vita come pochi"

2' di lettura 28/12/2017 - “La mia carriera da Professionista finisce qui!”. Questa la frase che domenica, l'osimano e professionista del ciclismo Francesco Lasca ha postato sulla sua pagina social. Il giovane osimano, talento del ciclismo, dopo aver speso gran parte della sua vita nello sport che lui stesso definisce “ insegnante di vita come pochi” ha deciso di ritirarsi dall'agonismo a causa di un problema legato al non pieno recupero dopo un infortunio all'anca.

Abbiamo parlato con lui e ci ha raccontato di quanti siano stati gli step affrontati sia dal punto di vista fisico sia mentale prima di giungere alla conclusione di lasciare il mondo del ciclismo come professionista.

La problematica dell'anca che ha poi condizionato la prestazione agonistica di Francesco è iniziata almeno un paio di anni fa a seguito di un infortunio in gara. Da li si sono susseguite molte visite specialistiche in Italia e all'estero fino ad arrivare a capire la problematica, affrontare gli interventi e le lunghe cure riabilitative.

Un sogno così grande una passione profonda quella di Francesco per il ciclismo che non lo hanno mai fatto scoraggiare neanche difronte al dolore fisico, facendolo impegnare al massimo negli allenamenti per recuperare.

“Arrivati ad un certo punto punto”, racconta Francecso “bisogna capire che non si riesce ad andare avanti come si vorrebbe, che nonostante la voglia di vincere e superare le difficoltà, il ripresentarsi del problema alla gamba mi impedisce di dare continuità agli allenamenti e tornare alle gare in queste condizioni non è proprio possibile”. Questo sport è stato un sogno ad occhi aperti a cui devo davvero tanto, durato forse troppo poco ma comunque bello”.

Francesco ci conferma che resterà legato al mondo del ciclismo, sotto una nuova veste, collaborando con la Bike Division, un Tour Operator specializzato in viaggi per ciclisti e granfondo internazionali, dove potrà mettere in campo la sua esperienza di ciclista professionista e misurarsi in un nuovo ambito, quello del turismo e dei viaggi, che lui stesso ha definito un bella opportunità di crescita professionale e personale.






Questa è un'intervista pubblicata il 28-12-2017 alle 15:37 sul giornale del 29 dicembre 2017 - 853 letture

In questo articolo si parla di sport, infortunio, intervista, ciclismo marchigiano, riabilitazione, agonismo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQfx





logoEV