Chiaravalle: assalto al 'Metano 96', ladri armati si fanno consegnare l'incasso e colpiscono il commesso

carabinieri di notte 1' di lettura 28/11/2017 - Erano in due, armati uno di pistola forse ad aria compressa, l'altro di coltello e bastone, gli uomini che hanno compiuto una rapina al distributore che si trova lungo la SP, nel tratto tra Chiaravalle a Castelferretti.

Erano circa le 22.30 di domenica 26 novembre, quando sono entrati in azione i rapinatori. Un'improvvisa irruzione all'interno dell'ufficio, poi si sono fatti consegnare l'incasso del weekend, circa 18mila euro, minacciando i due commessi che stavano effettuando la chiusura contabile, come ogni sera. I rapinatori hanno parlato in italiano ma nascondendo a fatica l'accento dell'est Europa. Uno dei due commessi alla vista dei ladri si è semplicemente alzato ed è stato colpito alla testa senza esitazione, ladri esperti che hanno poi arraffato i soldi suil tavolo e sono scappati, dopo aver frantumato i cellulari dei due dipendenti per tardare l'arrivo delle forze dell'ordine il più possibile e poter scappare.

La fuga a piedi, nei campi circostanti. Indagano i Carabinieri della stazione di Chiaravalle coiadiuvati dal Nucleo Operativo. Un colpo che per la modalità violenta ed esperta, preoccupa chi lavora nella zona. Il distributore si trova infatti lungo la provinciale di fronte al piccolo centro commerciale dove ci sono molti negozi, una via frequentata da tanti clienti e che è stata già presa di mira da ladri senza scrupoli.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2017 alle 08:53 sul giornale del 29 novembre 2017 - 730 letture

In questo articolo si parla di cronaca, chiaravalle, jesi, rapina, cristina carnevali, articolo, metano 96

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPmX





logoEV