counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: Vagava in bici con un ascia. Nei guai 42enne

2' di lettura
676

Vagava in bici con un ascia. Nei guai 42enne. L'episodio ad Ancona sotto gli occhi della polizia. Inutili i tentativi di sviare i controlli

Si spostano lungo tutto il litorale della provincia, lavorano sinergicamente via terra e via mare, pattugliano le coste, i centri turistici e si snodano tra i dedali di vie e vicoli del capoluogo, pronti ad intervenire e a reprimere ogni forma di reato: sono gli agenti impegnati nel progetto “Mitì” seppur avviato da 10 giorni ha già portato ottimi risultati in termini di prevenzione e repressione. Squadra Volanti, Reparto Prevenzione Crimine Marche Umbria, Unità Operative di Primo Intervento, Nucleo Cinofili, Squadra Nautica, Polizia Stradale e Ferroviaria nonché i poliziotti in borghese della Squadra Mobile: un’attività sinergica, simultanea e costante che garantisce una copertura a 360° di tutta la città e dei comuni limitrofi, particolarmente affollati in questo periodo estivo. I servizi del controllo straordinario del territorio sono concentrati, in particolare nelle località turistiche di Numana, Sirolo, Marcelli, Collemarino e Palombina, luoghi ove è concentrata la movida. Impiegate anche le Unità Cinofile con i cani poliziotto antisabotaggio e antidroga: in queste ore sono stati impiegati in mirati e capillari controlli del territorio con ispezioni particolari, nei parcheggi, negli scali, nei parchi cittadini, nelle stazioni, nel porto finanche nelle zone più impervie e nascoste del capoluogo, inoltrandosi anche all’interno di edifici abbandonati, spesso scelti come rifugio e nascondiglio da soggetti che vivono ai margini della legalità. Per mare le moto d’acqua della Squadra Nautica hanno assicurato un controllo della costa monitorando attentamente le spiagge da Senigallia a Sirolo, in un’attività di prevenzione, osservazione e soccorso pubblico. Predisposti anche numerosi posti di controllo lungo le strade principali che conducono alle località turistiche per monitorare la presenza di persone e veicoli.

Proprio martedì di l'epilogo alle ore 16.00, durante un posto di controllo in prossimità del Comune di Numana, gli agenti notavano un giovane che a bordo di una bicicletta tentava strane manovre come se non volesse passare davanti alle auto della Polizia. Nonostante i goffi tentavi, il ciclista non poteva far a meno di sfilare di fronte ai poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia e a quelli del Nucleo Cinofili che immediatamente si avvedevano che lo stesso impugnava un’ascia di manifattura artigianale di grandi dimensioni. Bloccato veniva identificato: cittadino italiano, classe 1975, pregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona. Da un controllo i poliziotti rinvenivano e sequestravano anche una roncola nascosta sotto la molletta posta sul parafango della ruota posteriore del velocipede. Considerata la pericolosità degli arnesi e le modalità del trasporto gli oggetti venivano sequestrati e il 42enne veniva denunciato per porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere.





Questo è un articolo pubblicato il 13-07-2017 alle 00:16 sul giornale del 13 luglio 2017 - 676 letture