counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Ferrovia, Rapa: 'Disegnare un nuovo tracciato che bypassi le città di Fano e Pesaro'

1' di lettura
6152

Boris rapa

"È ormai necessario, in virtù di possibili lavori sulla tratta per l' Alta Velocità, pensare di disegnare un nuovo tracciato che bypassi le città di Fano e Pesaro".

Esordisce così il consigliere Rapa in merito ai rapporti tra l'amministrazione regionale e le Ferrovie dello Stato, puntualizzando che le tematiche legate al riassetto viario e urbano siano più che mai urgenti e imprescindibili per uno sviluppo sostenibile del nostro territorio e delle nostre città costiere, così fortemente legate all'accoglienza turistica. Pesaro e Fano in particolare! E prosegue: " Penso che ci possano essere le condizioni per rivalorizzare in modo incredibile i centri delle nostre città! Occorre una progettazione lungimirante, che dia prospettive in termini ambientali ed economici".

Secondo il consigliere infatti, sembra giunto il momento di concentrarsi su infrastrutture e circolazione ferroviaria in tutta la Regione, affrontando argomenti cruciali e vitali come l’eliminazione di strozzature su alcune linee -ad esempio quelle tra Cattolica, Pesaro e Fano- sfruttando i lavori di velocizzazione della linea ferroviaria Adriatica o lo spostamento della linea ferroviaria dalla costa, liberando così per le città interessate enormi spazi. Secondo Rapa inoltre "Instaurare una relazione continuata e proficua tra Regione e FS deve rappresentare una priorità per questa legislatura".

A tal proposito ha presentato stamane una interrogazione orale a risposta urgente. In particolare, per il consigliere è interessante sapere che iniziative si intendano intraprendere per affrontare le problematiche del nostro territorio con FS/ RFI e se non sia opportuno creare un soggetto unico che dialoghi con FS e tutte le sue società (RFI , Trenitalia, ecc.) al fine di evitare ogni forma di frammentazione.



Boris rapa

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2017 alle 11:34 sul giornale del 25 febbraio 2017 - 6152 letture