counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ad Acquasanta Terme l'inaugurazione della prima scuola antisismica, arredi donati da Hope Onlus

3' di lettura
892

Hope Onlus - da anni in prima linea in zone di emergenza del Medio Oriente dove opera in complessi contesti multietnici e multireligiosi realizzando interventi di aiuto umanitario e di sviluppo sostenibile per la salute e l’educazione dei bambini - dai primi di settembre è concretamente impegnata nelle aree colpite dal sisma. Il suo coinvolgimento si concretizza innanzitutto nella donazione di arredi interni ed esterni, supporti informatici e materiale didattico per le due nuove scuole di Acquasanta Terme, poli di riferimento per circa 300 ragazzi e bambini della zona: la secondaria inferiore costruita a settembre e la nuova scuola per l’infanzia e primaria che sarà inaugurata domenica 27 novembre.

Un’operazione che, come ha sottolineato Elena Fazzini, Segretario generale della Onlus, ha un significato speciale: «Vogliamo dare una speranza concreta ogni giorno a un bambino in più, rispondendo alle richieste di aiuto di chi a noi si rivolge. Lo facciamo applicando modelli e processi operativi del settore profit a programmi umanitari, realizziamo soluzioni sostenibili che portano una reale autonomia di chi ha bisogno. Il nostro obiettivo è costruire insieme il futuro di bambini e comunità in difficoltà in zone geografiche messe duramente alla prova. Oggi, più che mai, nelle aree colpite dal terremoto. Bisogna ridare una speranza tangibile ripartendo dalla presenza dei bambini nei paesi distrutti e lavorando perché le scuole si ripopolino. Ma non bisogna dimenticare chi ha scelto di rimanere dove ora ci sono polvere e macerie. Abbiamo incontrato tanti imprenditori e agricoltori che hanno bisogno, per ripartire, di diffondere i loro prodotti e rimettere in piedi le loro attività. Non si stanno arrendendo e Hope è al loro fianco».

L’intervento umanitario è stato elaborato in risposta a specifiche esigenze manifestate dal Miur, dalla Direzione Scolastica di Amatrice, Acquasanta Terme e Arquata, dal Vescovo di Rieti e dalla Caritas per dare una concreta speranza ai minori e alle loro famiglie e un affiancamento nella progressiva normalizzazione della vita quotidiana, in attesa della ricostruzione. Parte del progetto «TERREMOTO: OPERAZIONE SPERANZA, con Hope Onlus la vita ricomincia dalla scuola e dall’impresa» è il recupero post-trauma a supporto di bambini, insegnanti e genitori attuato da operatori specializzati di Hope Onlus in collaborazione con psicologi e ricercatori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

All’interno di questo si inserisce anche il viaggio ricreativo e formativo "A Milano con Hope" . Dall’11 al 15 dicembre cinquanta ragazzi, tra gli 11 e i 17 anni, provenienti delle zone terremotate arriveranno nella capitale meneghina per partecipare a una serie di attività sportive e culturali organizzate in coordinamento con alcuni Istituti scolastici cittadini. Scuole che non solo hanno messo a disposizione gli alloggi, ma hanno invitato i loro studenti a diventare guide turistiche e compagni d’eccezione: insoliti anfitrioni che narreranno ai ragazzi di Amatrice, Acquasanta Terme e Arquata le bellezze artistiche e architettoniche della loro città. La collaborazione tra gli studenti produrrà poi un progetto di guide territoriali turistiche/gastronomiche create dai ragazzi per i ragazzi. Tra le attività previste, il presepe vivente realizzato in collaborazione con la Fondazione Sacro Cuore che martedì 13 percorrerà il tragitto dalla Basilica di San Lorenzo a quella di Sant'Eustorgio.

Serata clou del soggiorno milanese è quella dedicata al Concerto dove solidarietà, cultura e musica si fondono per creare l’atmosfera del Natale con un messaggio di autentica speranza in un momento di profonda riflessione sui temi dell’accoglienza, del dialogo tra diverse culture e di una possibile convivenza nella differenza.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2016 alle 16:43 sul giornale del 26 novembre 2016 - 892 letture