counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Terremoto, Malaigia: “per Visso presidio pernamente dei Vigili del Fuoco”

2' di lettura
3722

Marzia Malaigia

Un altro atto che arriva in Regione sulla questione terremoto è quello della Lega Nord Marche e Fratelli d'Italia, esso nasce dall'esigenza di tenere aperta per sempre la stazione locale dei Vigili del Fuoco.

Difatti, attualmente il comando di Visso è un semplice Distaccamento "in tandem" con Camerino, che è la sede principale. Visso sta aperto solo d'estate e nei restanti mesi viene chiuso: attualmente è aperto per ovvi motivi legati al catastrofico terremoto di fine ottobre. La Malaigia, prima firmataria della mozione, spiega che la popolazione, già stremata dal sisma, non necessita solo dei beni primari, ma ha il diritto di essere messa in sicurezza e tutelata fisicamente.Pertanto dopo questo protrarsi dello stato di emergenza, che per ora purtroppo non vede una fine certa, occorre che al suo termine dovrà essere soddisfatta una condizione di costante tutela e prevenzione, in questa area ubicata su varie faglie sismiche continunamente attive.

La mozione evidenzia come la lontananza del Comune di Camerino e l'orografia accidentata, oltre che una viabilità non sempre molto agevole, soprattutto nei mesi invernali, rendono necessaria la presenza di una stazione permanente anche a Visso.I firmatari, oltre alla Malaigia, anche Zaffiri, Zura Puntaroni ed Elena Leonardi, evidenziano come l'area di Visso è territorialmente molto vasta e sono numerosi i comuni e i piccoli nuclei montani posti ad alta quota che necessitano di questo fondamentale presidio.Nel documento pertanto si chiede prima di tutto alla Giunta regionale di attivarsi presso tutte le sedi opportune a far sì che la struttura del Centro dei Vigili del Fuoco di Visso, attualmente “stagionale”, divenga permanente.Si chiede inoltre di promuovere urgentemente, presso il Governo centrale, un adeguato impegno finanziario al fine di poter dotare di nuovi mezzi le sedi provinciali marchigiane a seconda delle specifiche esigenze di ciascuna di esse e l'area del terremoto in particolare maniera – come già chiesto dalla stessa Malaigia nella mozione numero 132 del 31 maggio 2016, ancora non discussa dal Consiglio Regionale.

Perciò occorre dare una risposta rapida, efficace ed operativa in sede di Conferenza Stato-Regioni, affinché il parco-mezzi dei Vigili del Fuoco della Regione Marche siano consoni alle esigenze manifestate dalle organizzazioni sindacali relative.Ulteriore richiesta è quella di dotare efficacemente i Vigili del Fuoco del Comando Centrale di Macerata, ma anche di tutte le provincie colpite, di mezzi come le APS, le ABP e le Autoscale necessari per il soccorso rapido ed efficace.


Marzia Malaigia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2016 alle 13:41 sul giornale del 03 novembre 2016 - 3722 letture