counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Codacons: 'Mettere definitivamente in sicurezza scuole ed ospedali da terremoti'

3' di lettura
1637

Scuola generico

Dopo gli ultimi drammatici eventi sismici che hanno colpito il centro Italia, ed anche la nostra regione, l’associazione dei consumatori Codacons Marche sollecita tutte gli enti pubblici, per quanto di loro competenza, ad avviare un processo di approfondita verifica di tutte le strutture pubbliche, e in particolare di Ospedali e Scuole, di ogni livello e grado.

Non è sufficiente la semplice e rapida verifica di agibilità che viene svolta subito dopo un evento sismico di una certa importanza, che non dà alcuna garanzia per il futuro. Bisogna uscire dalla logica dei controlli e degli interventi solo nella fase dell'emergenza. Bisogna "costruire" la prevenzione. Non è accettabile che le strutture a cui affidiamo bambini o pazienti continuino a rimanere vulnerabili dal punto di vista sismico.

Molto del patrimonio edilizio scolastico e ospedaliero è risalente nel tempo e costruito in assenza o senza il completo e adeguato rispetto delle norme anti-sismiche. Non è pensabile di poter effettuare gli interventi solo dopo il verificarsi di eventi sismici. Bisogna programmare la loro definitiva messa in sicurezza. Soprattutto, invece che limitarsi a ristrutturare e consolidare, bisogna valutare seriamente la possibilità di costruire nuove strutture, con un coerente e aggiornato progetto di sicurezza anti-sisma. Molte regioni, ad esempio, hanno costruito nuovi asili e nuove scuole con strutture in legno.
Molti paesi al mondo (ad es. Giappone, California) che hanno una sismicità pari se non superiore a quella dell'Italia, hanno già da molto da tempo adeguato la loro edilizia, mettendosi in sicurezza.
Per arrivare a questo risultato è necessario non dimenticare, il giorno dopo, gli eventi che ci hanno colpito e che continueranno a prodursi, perché l'Italia è sempre stato un paese con rischio sismico. E' necessario che tutti i cittadini siano sensibilizzati al problema e che facciano una dovuta costante vigilanza e pressione sulla pubblica amministrazione.

Dopo il terremoto in Puglia e Molise del 2002 è stato istituito il Fondo per interventi straordinari della Presidenza del Consiglio dei Ministri, poi implementato a partire dal 2008 proprio per l’adeguamento strutturale e antisismico delle scuole e per la costruzione di nuovi edifici scolastici, qualora sia indispensabile sostituire quelli ad elevato rischio sismico. A partire dall’annualità 2013, le Regioni possono destinare una quota del finanziamento complessivo, anche per interventi su edifici scolastici pubblici. Quindi gli strumenti e le risorse ci sono, bisogna utilizzarle e spingere le amministrazioni a farlo responsabilmente e il prima possibile.

In tale prospettiva, il Codacons Marche invita tutti i cittadini a segnalarci casi di scuole o di ospedali del nostro territorio che presentano, per qualsiasi ragione, profili di vulnerabilità sismica: ciò al fine di attivare nell'interesse di tutti dei comitati organizzati che si faccino portavoce verso le competenti amministrazioni per l'avvio dei procedimenti di risoluzione di ogni problematica. Scuole e ospedali sono luoghi pubblici "strategici" e la loro sicurezza deve essere una priorità nell'interesse di tutti.

Per contattare l'associazione dei consumatori Codacons Marche si può usare il numero verde 800050800; oppure la mail codacons.senigallia@gmail.com, anche per inviare foto e immagini.



Scuola generico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-10-2016 alle 16:58 sul giornale del 02 novembre 2016 - 1637 letture