counter

Morro d'Alba: ancora grave l'uomo ferito al volto dal colpo di fucile, è il padre del sindaco

ospedale torrette 1' di lettura 22/10/2016 - Restano gravi le condizioni dell'uomo che, sabato mattina, si è sparato addosso con il fucile a Morro d'Alba.


Erano poco prima delle 10 di sabato, quando ha impugnato il suo fucile da caccia e si è sparato. Il 59enne è il padre del sindaco di Morro, Alberto Cinti. Lo ha soccorso subito la moglie che ha chiamato i soccorsi. Poi il volo in eliambulanza fino all'ospedale di Torrette.

Le sue condizioni sono ancora gravi, e il piccolo paese si stringe attorno ai familiari ed al primo cittadino, sperando che si riprenda dai gravi traumi facciali e dalle lesioni provocate dal colpo di fucile.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 22-10-2016 alle 18:14 sul giornale del 24 ottobre 2016 - 12967 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, morro d'alba, ospedale torrette, fucile, cristina carnevali, articolo, padre del sindaco





logoEV
logoEV