counter

Macerata: all'esame per la patente con l'auricolare, deferito un indiano

1' di lettura 15/10/2016 - Un 36enne indiano, in procinto di sostenere l'esame di teoria per il conseguimento della patente di guida di categoria B, è stato deferito per tentata truffa.

L'uomo, poco prima che avesse inizio la seduta di esame, è stato sorpreso dal personale interno della M.C.T.C., addetto alla vigilanza, ad avere un comportamento anomalo. Pertanto ha chiesto l’immediato intervento della Polizia Stradale.

Sul posto il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione di Macerata, con l’ausilio di una pattuglia del Distaccamento di Polizia Stradale di Camerino, ha notato che l'indiano, sotto la felpa indossata, aveva una mini-telecamera posizionata sullo scollo della maglia. Non solo. Sotto gli indumenti nascondeva un sofisticato impianto, costituito da un trasmettitore fissato alla spalla con nastro adesivo, a sua volta collegato ad un modem posizionato, sempre con adesivo, sul davanti all’altezza dello sterno, a sua volta collegato alla mini-telecamera. Infine, all’interno del condotto uditivo, aveva un auricolare del tipo Bluetooth.

L'impianto, che serviva a ricevere e trasmettere informazioni a distanza e a trasmettere immagini per conoscere le risposte esatte a tutti i quiz assegnati per l’esame di teoria, è stato sequestrato. Il 36enne indiano è stato deferito.

Proseguiranno le indagini da parte della Polizia Stradale di Macerata per riuscire a risalire ed identificare gli ideatori e realizzatori dell’illecito sistema di superamento degli esami, ai quali ogni candidato promosso, tramite questa ingegnosa truffa, frutterebbe all’incirca 1000 euro.






Questo è un articolo pubblicato il 15-10-2016 alle 19:51 sul giornale del 17 ottobre 2016 - 615 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aCmy





logoEV
logoEV