counter

Atletica: campionati italiani cadetti, oro per la fabrianese Zuccaro nel martello

2' di lettura 09/10/2016 - Nella giornata inaugurale dei Campionati italiani cadetti “Kinder+Sport Cup” a Cles (Trento), si comportano bene i giovani marchigiani con tanti piazzamenti di vertice.

Brilla soprattutto la splendida medaglia d’oro di Sara Zuccaro (Atl. Fabriano), autentica dominatrice nel martello con 54.54 che vale anche il nuovo primato regionale under 16, migliorando il suo 53.71 realizzato nel mese di giugno. Partiva da capolista stagionale e quindi da favorita, ma la 15enne studentessa all’istituto agrario non delude le attese. Infatti riesce subito a portarsi in testa con 52.86, poi l’exploit al terzo lancio confermando le sue qualità agonistiche.

Un anno fa, nella rassegna tricolore di categoria, si era messa al collo il bronzo dopo pochi mesi di attività e stavolta il trionfo, ottenuto grazie agli allenamenti svolti con il tecnico Pino Gagliardi. Per la giovane lanciatrice fabrianese, oltre all’abbraccio con la mamma presente a bordo pedana, c’è anche l’emozione di essere premiata dalla pluricampionessa italiana Silvia Salis.

Al maschile tocca invece a Ronaldo Mancinelli (Asa Ascoli Piceno), che dimostra di essere un nuovo protagonista dell’inesauribile scuola ascolana dei lanci: già sicuro del quarto posto con il 50.62 del terzo turno, poi si toglie la soddisfazione di migliorare il personal best portandolo a 51.50. Allenato da Nicola Silvaggi, è l’ultimo di quattro fratelli: tutti martellisti, con il capostipite Paolo che ha vinto il titolo italiano nel 2001. Quarta anche Benedetta Trillini (Atl. Amatori Osimo), la saltatrice in alto di Filottrano che supera 1.62 e da quest’anno segue i consigli di Robertais Del Moro a Porto San Giorgio.

Applausi nell’asta per Edoardo Giommarini (Collection Atl. Sambenedettese): record personale eguagliato con 3.70 e sesto posto per l’ex ginnasta di Altidona, figlio della podista Katia De Angelis, cresciuto sotto la guida tecnica di Giuseppe Giorgini e Adalgisa Vecchiola. Sui 100 ostacoli Vincenzo Croce (Asa Ascoli Piceno) conquista la finale e poi ottiene un prezioso settimo posto: l’atleta di Roccafluvione, allievo di Mauro Ficerai, corre per due volte in 14”16. Stesso buon piazzamento per la marciatrice Anastasia Giulioni (Atl. Avis Macerata), allenata da Paola Bettucci, che firma il record personale con 15’28”46 nei 3000 metri. Sul rettilineo sfreccia la velocista Greta Rastelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti): prima delle escluse dalla finale A con 10”38, si aggiudica la successiva finale B in 10”34 e coglie la nona posizione.

Risultati completi: http://www.fidal.it/risultati/2016/COD5658/Index.htm






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2016 alle 17:04 sul giornale del 10 ottobre 2016 - 641 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche, sara zuccaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aB7s





logoEV
logoEV