counter

Al via il progetto "No Discrimination Marche"

1' di lettura 06/10/2016 - Il 3 ottobre - non casuale coincidenza con la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione - si è tenuta la riunione di avvio del progetto “No Discrimination Marche”, finanziato dal Ministero dell’Interno - Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione.

Il progetto, di cui l’Università di Urbino Carlo Bo è capofila, tramite il Centro Interdipartimentale di Ricerca Transculturale Applicata (CIRTA), è coordinato dal dott. Eduardo Barberis, in collaborazione con la prof.ssa Antonella Negri e con il coinvolgimento di sociologi, giuristi, linguisti e altre professionalità del centro.

Il progetto è peraltro risultato tra i più apprezzati dal Ministero: terzo classificato (dopo Regione Emilia-Romagna e ANCI Toscana) su 9 ammessi al finanziamento, 68 ammissibili al finanziamento e 103 presentati.

Nel prossimo anno e mezzo gli studiosi dell’Università di Urbino, insieme ai partner (Regione Marche, Agenzia Regionale Sanitaria delle Marche) e associativi (ACSIM, Freewoman, Stellaria, L’Africa Chiama, Tandem Interculturale) e ai soggetti aderenti (fra i quali l’Ombudsman delle Marche) svolgeranno una serie di attività di formazione e informazione per il contrasto alle discriminazioni per nazionalità, cittadinanza, origine e religione sul territorio regionale.

Per restare aggiornati sul progetto, si può seguire la pagina Facebook https://www.facebook.com/NoDiscriminationMarche/






Questo è un articolo pubblicato il 06-10-2016 alle 16:17 sul giornale del 07 ottobre 2016 - 708 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, università di urbino, articolo, no discrimination marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aB2q





logoEV
logoEV