counter

Ancona: costruisce una molotov da lanciare ai Carabinieri e viene arrestato dalla Polizia

1' di lettura 21/09/2016 - Una "molotov" sul tavolo. La paura della madre e la chiamata alla Polizia. Così una Volante, verso le 21.00 di martedì sera, raggiunge un appartamento del Pinocchio e trova la donna ad urlare in strada che il figlio si è barricato all'interno e in preda alla furia per essere stato scaricato dalla fidanzata ha preso a lanciare bottiglie di alcolici e rompere mobili e stoviglie.

All’arrivo degli agenti, il 19enne avrebbe tentato di non farli entrare in casa posizionandosi davanti alla porta d'ingresso ma alla fine avrebbe desistito, spostandosi e lasciando intravedere ai poliziotti due grossi coltelli da cucina poggiati su un tavolo e un ordigno incendiario ricavato da una bottiglia di vetro svuotata di vodka (forse appena tracannata visto lo stato di ebrezza del giovane) e riempita con liquido infiammabile e con un pezzo di stoffa che fuoriusciva dal collo a mò di innesco che, a suo dire, avrebbe voluto lanciare contro la caserma dei Carabinieri. Dopo averlo prontamente bloccato e aver sequestrato la "molotov", i coltelli e un piccolo quantitativo di hashish, il ragazzo, italiano, è stati arrestato per fabbricazione e detenzione di materie esplodenti e danneggiamento e segnalato alla locale Prefettura quale assuntore di sostanza stupefacente. Proseguono intanto le indagini per comprendere se la fabbricazione dell'ordigno sia frutto di un episodio isolato.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2016 alle 13:09 sul giornale del 22 settembre 2016 - 1479 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pinocchio, molotov, Volanti della Questura di Ancona, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aBqU





logoEV
logoEV